Reperti e papere a Park Vittoria

Gli archeologi hanno ripreso i lavori insieme ai pennuti che ora vivono nella zona umida del cantiere

REGGIO EMILIA. Gli archeologici sono tornati a lavorare al Park Vittoria, dopo la sospensione imposta dalla Soprintendenza, e a fare loro compagnia hanno trovato quattro papere che hanno deciso di sfruttare l’inusuale zona umida che si è formata nel cantiere. Gli archeologici stanno procedendo al recupero dei tre pavimenti in cocciopesto e un mosaico che testimoniano un insediamento romano.I lavori di recupero, affidati dalla Reggio Emilia Parcheggi alla società cooperativa reggiana Tecton, sono ripresi dopo che a fine agosto erano iniziati e poi erano subito stati bloccati dalla Soprintendenza, che ha chiesto che fossero rivisti alcuni dettagli del progetto. La presenza dell’acqua nell’area di piazza della Vittoria ha animato il dibattito estivo ed è stato al centro di proteste e interventi in consiglio comunale da parte delle opposizioni. Intanto, in attesa che lo stagno venga bonificato, le anatre hanno deciso di approfittarne.