San Polo, il paese si mobilita per aiutare Gabriele

Il 17enne deve sottoporsi a una costosa operazione per non diventare cieco, via alla raccolta fondi

SAN POLO. Una raccolta fondi per pagare l’operazione che, si spera, permetterà al figlio di non diventare cieco.

È quella che sta organizzando Laura Mattioli, madre di Mirko e Gabriele Vittozzi, residente a San Polo. «Mio figlio è nato con una retinite pigmentosa – spiega – una patologia degenerativa che porta alla cecità. Essendo una malattia rara non ci sono cure sicure, ma noi non ci siamo mai persi d’animo e abbiamo portato Gabriele nei migliori ospedali d’Italia».

Gabriele, 17 anni, si è diplomato quest’anno all’Accademia Enaip e adesso vuole iniziare i 18 mesi di specializzazione. «Il suo sogno è quello di diventare un parrucchiere – racconta la mamma – ma per riuscirci deve mantenere il residuo visivo più a lungo possibile».

Tutto questo, però, ha un costo. «Non possiamo permetterci l’operazione che permetterebbe a Gabriele di mantenere in buono stato la sua retina – dice Laura – e così abbiamo pensato di chiedere l’aiuto dei nostri amici e compaesani. Stiamo organizzando una serata benefica per ottobre – spiega – ci sarà da mangiare, si canterà, si ballerà e ci si divertirà. Abbiamo già contattato i “Ras - Ragazzi anni ’60”, che verranno a suonare gratuitamente. Gabriele ha deciso che se dovessimo raccogliere più del necessario – conclude la mamma – lo lascerà all’oculista che lo opererà a Milano, Paolo Limoli, per pagare la visita (o le visite) ad altre persone che hanno problemi alla retina ma che non potrebbero permettersi di essere seguiti da questo dottore, che è un vero luminare, in grado di usare tecniche all’avanguardia».

Ecco le coordinate bancarie per fare il bonifico.

Iban: IT48R0862366300000140100085 VITTOZZI GABRIELE

Bic: ICRAITRRHB0