Reggio Emilia, anziano picchiato e rapinato in strada

E' accaduto nel tardo pomeriggio di venerdì, nella zona della Pappagnocca: una coppia di stranieri lo ha prima fermato con una scusa poi, strattonandolo, gli hanno strappato la catena d'oro che aveva al collo

REGGIO EMILIA. Ancora una brutale aggressione, ancora ai danni di un anziano. E' accaduto nel tardo pomeriggio di venerdì, quando un uomo di 79 anni che stava rincasando in sella alla sua bici dopo un pomeriggio passato al centro sociale è stato prima avvicinato con una scusa e poi aggredito da una coppia di trentacinquenni - che l'uomo ha riferito essere entrambi di colore - che dopo averlo strattonato per strappargli dal collo la catenina d'oro con crocifisso - sono fuggiti a bordo di un'auto di grossa cilindrata.

Sull'episodio indaga la polizia: i fatti risalgono alle 19 di venerdì 14 quando il 79enne, in sella alla sua bici stava rincasando dopo un pomeriggio passato con gli amici al Centro sociale Buco Magico, al buco del Signore, quando all'altezza di via Toscanini, si è visto parare davanti un'auto di grossa cilindrata, che gli ha sbarrato la strada.

Dall'auto è prima scesa una donna sulla trentina, che ha cominciato a chiedere all'uomo delle indicazioni stradali. Nemmeno il tempo di rispondere e dall'auto è sceso chi guidava, un uomo, anch'egli sulla trentina, che si è avventato sull'anziano e, strattonandolo, gli ha strappato la catena d'oro con crocifisso che aveva al collo. Poi ha cercato, sempre con le maniere forti di sfilare l'anello e un bracciale che il 79enne aveva addosso.

Poi non riuscendovi, i due sono risaliti in auto e fuggiti. Ma prima, hanno lanciato addosso all'anziano, sotto shock, un altra catenina, diversa da quella che gli avevano appena portato via con violenza. Probabilmente, i due avevano poco prima messo a segno un colpo simile, incappando però in un monile di scarso valore.

Dopo essersi ripreso dallo shock, l'uomo ha dato l'allarme al 113. Sul posto in pochi minuti è arrivata una volante: agli agenti l'anziano ha riferito l'accaduto e ha descritto i due aggressori come due uomini dalla carnagione scura, che parlavano con accento spagnolo.