Non solo Peppone e Don Camillo, due giorni per scoprire la Brescello dei romani

Torna la kermesse Brixellum Romanorum, il 13 e 14 giugno 2015 il paese sarà invaso da gladiatori e legionari. Non mancheranno danze antiche, bancarelle e piatti tipici dell’Urbe

BRESCELLO. Riportare alla luce gli antichi fasti dell’importante colonia romana di Brescello. Questo l’obiettivo della settima edizione di Brixellum Romanorum-La notte dell’imperatore, rievocazione storica in programma sabato e domenica (13 e 14 giugno) organizzata dal Gruppo archeologico brescellese “M.S. Otone”, con il patrocinio del Comune di Brescello e la collaborazione della fondazione “Paese di Don Camillo e Peppone”, Pro Loco, Auser, Anspi, Avis, Protezione Civile e Video Club. Nel corso della manifestazione verrà ricreato uno spaccato di vita dell’antica Roma con legionari, spettacoli di danze antiche, ludi gladiatori, musiche romane e taverne dove poter gustare piatti tipici dell’epoca dei cesari.

Questa edizione sarà caratterizzata da una nuova formula (tipo notte bianca) che prevede il coinvolgimento attivo e diretto dei commercianti e delle attività di ristorazione del paese.

Anche in questa edizione sarà allestito il campo romano e non mancheranno gladiatori, danze antiche, il mercato dell’antica Roma, tabernae e popinae (ristoranti e bar), laboratori e fiabe per i più piccoli. Il paese rivivrà gli antichi fasti della Brixellum al tempo dell’imperatore Otone. Sabato è in programma l’Imperiale convivium sotto le stelle (per prenotare la cena telefonare allo 0522-482564), nella quale si potranno assaporare le pietanze dell’antica Roma, mentre domenica proseguiranno le attività didattiche e di rievocazione nel campo dei legionari, con prodotti di artigianato e cibo dell’epoca.

In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà ugualmente ma potrà subire variazioni nel programma e, nel caso ci siano allerta meteo importanti, l’evento verrà rinviato a sabato 4 e domenica 5 luglio. Per comprendere quanto la storia di Brescello affondi le radici nell’epoca romana, bisogna ripercorrerne le origini sin dal principio.

Il paese di Brescello fa un tuffo nell'Antica Roma

Per rintracciare i primi stanziamenti stabili di popolazioni occorre risalire alle orde galliche e germaniche che costruirono attorno al VII secolo a.C. le loro dimore nella valle del Po. Questo complesso di abitazioni rudimentali prese il nome di Brixellum. Nonostante la successiva tenace resistenza celtica, intorno al 220 a.C. la potenza devastante dell’esercito romano riuscì a imporsi su tutta l’area cispadana. Da quel momento Brescello diventò colonia dell’Urbe, subendo quindi quelle trasformazioni urbanistiche tipiche dell’impronta romana. Nel I secolo d.C., forte della dinamica vita locale, istituzionale, economica, sociale, iniziò un periodo di grande splendore, contraddistinto anche dalla creazione di infrastrutture idrauliche come il porto sulla foce dell’Enza e il celebre acquedotto.

L'edizione 2014 della Notte dell'imperatore Odone

Per informazioni sull’evento consultare il sito internet www.archeobrescello.org.