Evacuati cinquemila studenti e insegnanti

La più grande simulazione di protezione civile (a sorpresa) mai effettuata in provincia. Coinvolte cinque scuole superiori del polo di via Makallè

REGGIO EMILIA Cinquemila persone, 4.500 studenti e 500 tra insegnanti e personale non docente, protagonisti questa mattina della più grande prova di evacuazione mai fatta nel Reggiano. Su iniziativa del Dipartimento di sanità pubblica dell'Ausl, della Protezione civile e della Commissione provinciale sicurezza, è stata infatti simulata una emergenza al Polo scolastico di via Makallé.

Nella prova di evacuazione - ovviamente fatta a sorpresa - sono state coinvolte contemporaneamente ben cinque scuole superiori: Bus Pascal, istituto tecnico per geometri Secchi, liceo Matilde di Canossa, Iti Nobili e Ipsia Lombardini. Presenti, inoltre, tutti i 'professionisti del soccorsò: i Vigili del fuoco e il 118, che con mezzi e squadre d'intervento hanno simulato un transito attraverso la piazza centrale del Polo, mentre il Coordinamento provinciale delle associazioni di volontariato di Protezione civile ha mobilitato oltre 50 persone. Coinvolte anche tutte le forze dell'ordine.

L'esercitazione mira a verificare se i piani di evacuazione consentano di lasciare liberi i percorsi per mezzi di soccorso, la capacità ricettiva dei luoghi di raduno, la gestione della cosiddetta 'utenza non gestità (cioè fornitori, genitori e altre persone che transitano per il Polo giornalmente) nonché possibili sovrapposizioni, mancanze, e le migliorie da apportare ai piani di emergenza delle scuole.