Gradimento dei sindaci: Vecchi al ventunesimo posto

Nell'annuale classifica de Il Sole 24 Ore il primo cittadino di Reggio, che tra poche settimane festeggia il primo anno con la fascia tricolore secondo in regione soltanto a Muzzarelli

REGGIO EMILIA. Luca Vecchi è ventunesimo nella classifica di gradimento dei sindaci italiani. E in Emilia Romagna è secondo soltanto al primo cittadino di Modena, Giancarlo Muzzarelli.E a prescindere dai raffronti con i record inanellati (negli anni, non al debutto) dai predecessori Delrio e Spaggiari, il risultato è buono, anche per il fatto che, rispetto al giorno dell'elezione, il gradimento è in crescita.

La percentuale di "governance poll" del 2015 è, per Vecchi, del 58,5%, mentre il giorno dell'elezione la percentuale dei voti era stata del 56,4%, con un incremento del 2,1%, una percentuale - quest'ultima - superiore alla media di crescita complessiva.

Invero, in questa classifica colpisce soprattutto la posizione dei sindaci della nostra regione. Come detto, il primo cittadino di Modena è quello che oggi avrebbe il gradimento più alto, anche se in netta discesa rispetto alla percentuale alta con cui era stato eletto un anno fa: 63,3% nel 2014, mentre oggi il gradimento per Muzzarelli sarebbe del 60%.

Decisamente in calo anche il gradimento del primo cittadino di Parma, Federico Pizzarotti, terzo in Emilia Romagna e 43esimo nella classifica generale. Ma il dato più pesante è quello che riguarda il primo cittadino del capoluogo di regione: Virginio Merola è al 98esimo posto, con un gradimento che dal giorno dell'elezione è sceso di sei punti percentuali.

A guidare il gruppone dei sindaci è il primo cittadino di Firenze, Dario Nardella. Il successore di Renzi a Palazzo Vecchio ha oggi - secondo l'annuale classifica de Il Sole 24 ore - davanti ad altri volti noti, come Giorgio Gori (terzo, sindaco di Bergamo). Al secondo posto, il sindaco di Bari, Antonio Decaro.