Svuotano la cassa e rubano il cambiamonete

San Martino in Rio: bottino di oltre mille euro per i ladri che hanno colpito al bar “Black or White”

SAN MARTINO IN RIO. Un bottino di circa 1000 euro a cui si aggiungono i danni al locale. Questo il bilancio del furto messo a segno, nella notte di Pasqua, ai danni del bar Black or White in via dell’Artigianato (a fianco del Super Day). Questo è ormai il quarto furto ai danni dell’attività e il primo della nuova gestione passata da pochi mesi ad una coppia. «Purtroppo ci hanno portato via l’incasso e il fondocassa che avevo lasciato nel registratore di cassa per pagare una bolletta» – spiega la proprietaria, Maria Cataldo che gestisce il bar con il compagno Antonio Russo.

A spiegare il furto nel dettaglio è proprio Maria: «Sono entrati facendosi forza con un picchetto sulle leve della porta d'ingresso e facendo attenzione a non far scattare i sensori di movimento che abbiamo installato nel negozio. Da questo abbiamo intuito che i ladri sono entrati e si sono mossi stando vicino al muro e arrivando fino alle macchinette che noi abbiamo disposto dietro un paravento, separandole dal resto del bar». Arrivati nella “zona macchinette” i ladri hanno poi portato via una macchina cambiamonete facendo così, forse, scattare l'allarme. «Siamo corsi subito al bar – spiega Maria – e lì abbiamo trovato i carabinieri che stavano già facendo il sopralluogo. Ora, oltre ai soldi che tenevo in cassa mi è difficile quantificare il contenuto della macchinetta però anche lì è possibile che ci fossero almeno 500 euro».

E’ il primo furto ai danni della nuova gestione: «La vecchia gestione da cui abbiamo acquistato il bar aveva già subito tre furti, per noi questo è il primo e mai avrei tenuto lì i soldi se non avessi dovuto pagare quella bolletta». Il furto è avvenuto intorno alle 3 di notte e Maria e Antonio sono rimasti fino al mattino a riordinare e far la conta dei danni.

«Questa mattina (ieri per chi legge, ndr) dovevamo aprire il bar per cui siamo rimasti qui tutta la notte a mettere a posto. Non potevamo certo tenere chiuso oggi». Sulla vicenda indagano i carabinieri di San Martino in Rio. (s.p.)