Ndrangheta, il sindaco di Montecchio lancia il motto #quinonpassano

Paolo Colli interviene sul proprio profilo Facebook in merito all'operazione della guardia di finanza: "Le verifiche reddituali e patrimoniali siano una delle strade più efficaci nella battaglia contro l’illegalità" - Leggi la notizia

MONTECCHIO. Il sindaco Paolo Colli è intervenuto sul proprio profilo Facebook per commentare l'operazione della guardia di finanza di Reggio Emilia, che ha sequestrato preventivamente attività economiche e beni per un valore di 10 milioni di euro  riconducibili a un imprenditore e ai suoi familiari. "L’imprenditore in questione, Palmo Vertinelli, è stato residente a Montecchio Emilia dal 2003 al 2011 e diverse delle attività e dei beni sequestrati hanno sede a Montecchio Emilia.

"Nell’esprimere il pieno e totale appoggio a ogni azione di contrasto alle possibili infiltrazioni delle forme di criminalità organizzata, a nome dell’amministrazione comunale di Montecchio Emilia esprimo vivo apprezzamento per le iniziative volte ad accertare e aggredire i patrimoni illecitamente accumulati: crediamo che le verifiche reddituali e patrimoniali siano una delle strade più efficaci nella battaglia contro l’illegalità".

"Esprimo inoltre _ aggiunge Colli _ particolare soddisfazione nel verificare una sempre maggiore attenzione ed operatività, nella nostra provincia, al contrasto dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata: un pericolo assolutamente reale e attuale (accresciuto dalla situazione di difficoltà economico-finanziaria generale) pur nell’ambito di un tessuto economico e sociale che si mantiene sano. Ma il pericolo c’è e non va assolutamente sottovalutato". Piena e tempestiva applicazione della legislazione antimafia (in Italia le normative esistono, basta solo applicarle seriamente), aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati, crescente collaborazione tra le istituzioni giudiziarie e amministrative _ conclude il primo cittadino _ sono le vie maestre per intensificare la lotta senza quartiere ai tentativi di diffusione di ogni forma di illegalità sul nostro territorio.

#‎quinonpassano‬".