L’esordio di mix@tractor progetto made in Reggio

La rete d’imprese Ide-Agri promossa da Unindustria, Club Meccatronica e Rei si presenta al mercato globale unendo tradizione e investimento sulla ricerca

REGGIO EMILIA. Verrà presentato a Bologna in occasione di Eima 2014, l'esposizione internazionale di macchine per l'agricoltura e il giardinaggio che si apre domani, il progetto mix@tractor. Il progetto nasce in seno alla rete d'imprese Ide-Agri (Isobus Digital Electronic Agriculture), una rete promossa da Unindustria Reggio Emilia, Club Meccatronica e Rei (Reggio Emilia Innovazione). Ad essere coinvolte nel progetto otto aziende reggiane: ArgoTractors, Ama, Arag, Cobo, Comer Industries, Salvarani, Re.Lab, Walvoil.

Il mercato globale, sempre più esigente e in costante trasformazione, necessita di nuove soluzioni. Ide-Agri si pone come progetto aperto in cui la collaborazione concreta fra imprenditori consente di unire le forze, incentivare la produzione e raggiungere quegli obiettivi che vanno oltre gli attuali confini e le competenze delle singole aziende partecipanti. In questo senso il progetto vuole coniugare la tradizione di un territorio riconosciuto come leader a livello nazionale nel settore delle macchine agricole (e le relative maestranze) con l'investimento sulla ricerca; un aspetto che ha modo di alimentarsi e crescere grazie alla partecipazione dei diversi soggetti che mettono a frutto le loro singole esperienze.

Il progetto mix@tractor si configura come un'applicazione per il sistema trattore-carro miscelatore Unifeed, che offre la possibilità di ottenere un ciclo di miscelazione ottimizzato in termini di consumi di carburante, emissioni, sicurezza e durata delle operazioni, senza che siano richieste all'operatore specifiche conoscenze o abilità. Attraverso la lettura degli assorbimenti di potenza misurati sull'implement, vengono ottimizzati il consumo di carburante della trattrice, le emissioni e l'inquinamento acustico. Il sistema è in grado di gestire e memorizzare gli eventi di overload di coppia con positive ripercussioni sulla sicurezza dell'operatore e sull'integrità della trasmissione meccanica (funzione Safety). L'integrazione con sistemi Gprs e Cloud aggiunge la possibilità di ricevere segnali di allarme o avvisi di fine miscelata direttamente su smartphone, così come l'utilizzo di sistemi video rende possibile il controllo della pezzatura Unifeed direttamente dal Vt in cabina (funzione Watchdog).

In occasione di Eima 2014 le aziende coinvolte, pur essendo presenti in fiera con i singoli marchi, hanno deciso di presentare la rete Ide-Agri e il relativo progetto mix@tractor allestendo un apposito spazio espositivo a testimonianza della determinazione e dell'intenzione di consolidare la collaborazione e continuare in modo sempre più operativo nella crescita e nell'affermazione di questa metodologia operativa.