I tram delle Reggiane, gioiellini ancora in servizio

A Limbiate nel Milanese una motrice uscita dai capannoni dell'Area Nord perpetua la tradizione

REGGIO EMILIA. Le otto motrici tipo Reggio Emilia (numerazione S.T.E.L. e A.T.M. 85 – 92) sono una derivazione delle “Desio” e vennero realizzate dalle Reggiane nel 1928 per il gruppo di linee dell’Adda e di Vimercate, dove l’equipaggiamento elettrico bitensione (600 V c.c. / 1.200 V c.c.) era indispensabile.

Le motrici “Reggio Emilia” rimasero in servizio sul gruppo di linee dell’Adda e di Vimercate fino a quando queste non vennero trasformate in Metropolitana (linea 2), attraverso un lungo processo per fasi iniziato nel 1968 e terminato alla fine del 1972. Nel 1973 tutte le Reggio Emilia risultavano già assegnate al deposito di Varedo eccezion fatta per la 88 in forza al deposito di Desio.

Oggi è ancora possibile vedere una Reggio Emilia in azione in quanto sulla linea di Limbiate si effettua ancora un servizio con motrice più rimorchi.

Qui il link originale