Febbio e Cerreto a Skipass per presentare la stagione

Nello stand della Regione Emilia Romagna alla kermesse di Modena arriva anche il campione olimpico Giuliano Razzoli. Tutto pronto per gli sciatori

VILLA MINOZZO. Fra ritorni al pacchetto completo e esercenti finalmente compatti, le stazioni sciistiche reggiane si presentano in forze a Skipass, la fiera modenese dedicata agli sport invernali, principale evento italiano del settore. Ieri Skipass ha esordito nell’area fieristica di Modena e proseguirà sino a domenica con un afflusso previsto di quasi centomila persone.

Nel centro del padiglione A, spicca il vasto spazio organizzato dalla Regione Emilia Romagna, dove trovano spazio tutte le stazioni sciistiche dell'Appennino emiliano. Fra loro, anche gli impianti reggiani, Cerreto Laghi e Febbio, che hanno presentato i loro pacchetti di offerte e di proposte agli appassionati di sci presenti a Skipass. Un momento importante per le due storiche realtà provinciali, che si trovano in una fase particolare.

Febbio, a ridosso del monte Cusna, si ripresenta con un pacchetto completo dopo anni di enorme difficoltà, fallimenti, aperture parziali e cambi assortiti. La nuova gestione, dopo il primo passo fatto in estate con il funzionamento degli impianti di risalita per gli escursionisti, ora riparte con una proposta allargata: «Finalmente riusciamo a presentare al completo le proposte di Febbio.

Ci sarà anche la pista che porta sino a quota 2000 metri, tutti gli impianti di risalita saranno funzionanti e così i rifugi a 1500 metri e sulla vetta del Cusna, oltre che alla partenza», spiegano gli operatori. La data di partenza, se il clima aiuterà, è fissata: «Vogliamo partire il 6 dicembre, abbiamo anche i cannoni per sparare la neve, se il tempo ci darà una mano noi vogliamo partire».

Cerreto Laghi, invece, conferma il ricco pacchetto degli anni passati, con impianti di risalita, percorsi per snowboard e palazzetto del ghiaccio per il pattinaggio. La novità, gradita, è il lavoro comune degli operatori turistici locali, presenti con il loro materiale promozionale, singolo e condiviso, a Skipass.

«Quest'anno tutti gli operatori hanno deciso di mettersi insieme, di fare pacchetti e offerte, di collaborare per accogliere al meglio i turisti che arriveranno al Cerreto» – raccontano i rappresentanti cerretani – «E’ una novità, c’è stato un bel lavoro in questo senso e crediamo potrà dare i suoi frutti».

Un segnale di coesione che arriva a pochi giorni dalle polemiche dei gestori degli impianti verso gli enti pubblici locali. Ieri Skipass ha ospitato anche gli atleti della Fisi, la federazione italiana degli sport invernali, con tanti campioni disponibili per autografi e foto. Fra loro, un reggiano molto noto, il villaminozzese Giuliano Razzoli, campione olimpico di slalom nel 2010 in Canada.