“Sentieri Partigiani” per ricordare la storia

Castelnovo Monti: un centinaio di partecipanti alle escursioni nelle zone di battaglie e rappresaglie

CASTELNOVO MONTI. Più di cento persone da tutta Europa saranno nei prossimi giorni in marcia nell’Appennino reggiano, sui sentieri battuti dai partigiani, per conoscere la lotta di Liberazione in montagna. Fino al 14 settembre torna infatti la nuova edizione di “Sentieri Partigiani”, promossa da Istoreco, un appuntamento importante per la storia e la cultura della memoria a Reggio, realizzato assieme alle donne e agli uomini di Anpi - Alpi - Apc per le testimonianze, e i Comuni della montagna reggiana. Quella che parte oggi è la 21.ma edizione dei “Sentieri”, e conferma l’affetto e il seguito dell’evento, che ha fatto nuovamente registrare più di cento presenze, fra cui decine di persone arrivate appositamente da Germania, Svizzeria, Austria. Chiunque voglia potrà poi aggregarsi alle singole camminate e agli eventi in programma in questi quattro giorni, fra testimonianze partigiane e camminate guidate sui luoghi che furono teatro di azioni resistenti, scontri e rappresaglie nazifasciste. Per non perdere l’orientamento sui sentieri ci sarà l’accompagnamento di una guida alpina.

Gli itinerari non richiedono preparazione fisica particolare ai partecipanti. Il gran finale, domenica, verrà vissuto in città, con un pranzo. Oggi il gruppo raggiungerà Busana, dove, alle 15, inizierà la prima camminata, 4 ore di marcia fra Busana, Marmoreto, Giarola e Nismozza, con il saluto del presidente Anpi Willi Giacomo Notari, partigiano che ha combattuto in queste zone.

Domani, venerdì 12 settembre si camminerà in zona a Ligonchio, per raggiungere il faro sopra alla centrale elettrica, dove parlerà ancora Notari. A seguire, si andrà in pullman sino al Passo di Pradarena, per scendere alla Presa Alta percorrendo il crinale sino alla Centrale elettrica di Ligonchio, dopo 6 ore di cammino.

Sabato 13 settembre si andrà invece nella vallata del Secchia, raggiungendo Sologno di Villa Minozzo dove si potrà ascoltare la testimonianza della staffetta “Libertà”, Giovanna Quadreri. Domenica 14 settembre, si girerà la città a piedi, raggiungendo la sinagoga, in occasione della giornata della cultura ebraica, la prefettura dove alle 9.30 parlerà la staffetta Giacomina Castagnetti, la stazione e le ex Reggiane. Ulteriori informazioni sui siti www.istoreco.re.it e www.sentieripartigiani.it. (l.t.)