Grande successo per la Tractor’s night al parco Enza

MONTECCHIO. Un successo di pubblico che testimonia quanto il connubio beneficenza - Vespa club, a Montecchio, riesca ancora a raccogliere grandi consensi. Questo il dato che emerge alla fine della...

MONTECCHIO. Un successo di pubblico che testimonia quanto il connubio beneficenza - Vespa club, a Montecchio, riesca ancora a raccogliere grandi consensi.

Questo il dato che emerge alla fine della Prima edizione della Tractor’s Night, secondo memorial Sirio Ferraroni, andata in scena sabato sera al Parco Enza di Montecchio. Una gara di trattori cui hanno preso parte una trentina di mezzi e alla quale hanno assistito circa duemila persone, che ha permesso di raccogliere fondi per l’Associazione familiari vittime della strada. A tenere a battesimo l’evento anche il sindaco Paolo Colli, che prima di entrare in servizio alla confinante festa del Pd, ha voluto «ringraziare il Vespa Club per il grande contributo di generosità che da sempre contraddistingue il club enzano e che permette di aiutare chi ha bisogno».

Due le manche, divise in trattore semplice trazione, doppia trazione e frutteto o vigneto. Una gara di abilità che ha visto premiati i primi tre classificati di ogni categoria. Per la categoria Frutteto o Vigneto ha trionfato il rubierese Uber Melli con un Same 85, seguito dal bibbianese Massimo Rivi (Newholand 90F) e dall’arcetano Matteo Messori (Same 85). Tra i trattori a trazione semplice primo posto per Daniele Ferrari di Marmirolo (Fiat 640) seguito da Roberto Zanni di Reggio (Carraio 60) e dall'aiolese Roberto Lusetti (Lamborghini diablo, il più vecchio trattore in gara). Primo posto per Luca Valentini da San Valentino, soprannominato “Cambio rovente”. Valentini col suo Same Explorer 80 ha realizzato il tempo record di 57"20 quando tutti gli altri sono rimasti abbondantemente sopra il minuto. A seguire, ancora il rubierese Uber Melli stavolta con un Fiat 50/60 e Fabio Domenichini da Grassano (Fiat 70/90).

A premiare i concorrenti, oltre alle stupende “trattorine”, anche l'assessore montecchiese, Giuseppe Fico. Tra le due manche di abilità, grande sfida tra la Piccola (un 18 cv guidato da Roberto Lusetti con tanto di costume da Superman) e il pubblico in un tiro alla fune al quale ha partecipato anche il sindaco Colli. Un modo goliardico per aiutare il prossimo. L’evento ha avuto un momento commovente nel ricordo di Nico, figlio del compianto Ferraroni, morto in un incidente stradale lo scorso anno. (a.z.)