Niente laurea, chiuso un ambulatorio pediatrico 

Nei guai Paolo Marioni, che da alcuni mesi esercitava la professione di medico pediatra a Casina. L'Ausl lo ha denunciato alla procura

CASINA

L’Ausl di Reggio ha chiuso l’ambulatorio pediatrico di Paolo Marioni, inaugurato pochi mesi fa nel centro di Casina.

La direzione del distretto Ausl di Castelnovo Monti, dopo avere scoperto alcune «anomalie», ha informato il Servizio di igiene pubblica, che il 14 luglio scorso ha eseguito il sequestro cautelativo dell’ambulatorio, segnalando alla Procura della Repubblica «l’assenza dei titoli necessari per l’esercizio della professione medica».

In altre parole, mancherebbe la laurea in medicina necessaria per esercitare l’attività. Paolo Marioni avrebbe sostenuto un certo numero di esami in medicina, ma avrebbe interrotto gli studi già diversi anni fa, rientrando nel suo paese, Casina, con un titolo di studio falso ed una esperienza in ospedali bolognesi più frutto di fantasie che di realtà, quantomeno a livello di attività medica.

L’ipotesi che ha portato alla chiusura dell’ambulatorio pediatrico è infatti legata all’esercizio abusivo di una professione (in questo caso, medica) per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato.

Il codice penale, mediante l’articolo 348, per chi esercita abusivamente «una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato» prevede la reclusione fino a sei mesi o la multa da euro 103 a 516 euro.

In attesa di sviluppi a livello di Procura della Repubblica, la notizia continua a suscitare parecchio scalpore a Casina, dove Paolo Marioni, originario del paese, è molto conosciuto ed anche apprezzato da coloro che in questi mesi hanno portato i figli nell’ambulatorio di via Roma.

Il medico si limita a confermare la chiusura dell’ambulatorio da parte dell’Ausl di Reggio, senza entrare nel merito della questione.

L’attività di pediatra era stata aperta nel dicembre scorso nella palazzina di via Roma che ospita un poliambulatorio privato nel quale esercitano altri due medici: Andrea Tonarelli, agopuntore, e Annalisa Tonarelli, psicologa e psicoterapeuta. I loro ambulatori ovviamente sono regolarmente aperti. A livello di opinione pubblica, Paolo Marioni è conosciuto quale pediatra e oncologo, con alle spalle un’attività di ricerca in diversi ospedali. Anche per questo motivo la chiusura dell’ambulatorio ha suscitato stupore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA