«La Bacchi fa affari con ditte mafiose»

Dure le motivazioni con cui il Tar di Parma ha bocciato il ricorso presentato dall’azienda di Boretto contro l’interdittiva