Le cornamuse scozzesi per ricordare l’assalto a Villa Rossi

La cerimonia ad Albinea con i figli del piper David Kirkpatrick che guidò i paracadutisti della 2nd Sas e i partigiani italiani e russi contro la sede del comando tedesco

ALBINEA

Un’atmosfera toccante ma anche davvero singolare quella che si è vissuta ieri mattina, alla commemorazione dell’assalto alla sede del comando tedesco, che aveva sede a Villa Rossi e a Villa Calvi, avvenuta la notte del 27 marzo 1945, ad opera di un centinaio di indomiti tra i quali diversi paracadutisti del 2nd SAS, partigiani italiani e russi.

Le cornamuse scozzesi hanno preceduto il corteo ricreando quell’atmosfera che, in quella notte di 67 annio fa, il piper David Kirkpatrick, fece credere ai tedeschi che si trattasse di un assalto da parte delle truppe Alleate. E gli ospiti d'eccezione della gionata di celebrazioni sono stati proprio i figli di David Kirkptarick, che per la prima volta hanno ripercorso, insieme al sindaco Antonella Incerti e le altre autorità le stesse strade percorse dai partigiani al suono della cornamusa del loro padre.

Il corteo verso Villa Rossi, infatti, al suono delle cornamuse di Lee e Ross Kirckpatrik e della Bagpipe Italian Group , della Banda del Comune di Albinea e de "Le Pive nel sacco", ha preceduto la commemorazione delle vittime del 2nd SAS James Arthur Riccomini, Stanley Bolden e Sidney Guscott, Poi sono seguiti gli interventi ufficiali, a cominciare dell'eurodeputato Deborah Serracchiani, del sindaco di Albinea Antonella Incerti, del sindaco di Treptow-Berlino Olivier Igel, e del preside dell'istituto scolastico di Albinea e Rubiera Franco Razzoli.

Poi i ragazzi delle Classi 5.e della Scuola Primaria e delle Classi Terze della scuola Secondaria dell'Istituto Comprensivo di Albinea e Borzano, hanno letto vari testi storici sulla vicenda e in generale sul tema della guerra e della Resistenza.

Nel pomeriggio, infine, in Piazza Cavicchioni i Modena City Ramblers hanno presentato il loro disco e il progetto "Battaglione Alleato" ispirato proprio all'attacco a Villa Rossi e Villa Calvi.