Filippi è certo: "Nadia la escort non poteva essere a Villa Certosa"

Il consigliere regionale del Pdl Fabio Filippi è certo: "Nadia Macrì non poteva essere a Villa Certosa, quel giorno a quell'ora era in un bar del centro"

REGGIO. Un "reggiano potente" avrebbe
"sponsorizzato" la escort reggiana Nadia Macrì, nelle sue dichiarazioni contro il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. A sostenerlo è il consigliere regionale del Pdl Fabio Filippi secondo cui, inoltre, il giorno in cui la escort sostiene di essere stata a Villa Certosa, Macrì si trovava in realtà in un bar a Reggio Emilia. Durante un incontro con la stampa Filippi afferma: "Pensate- dice ai cronisti- che Macrì abbia fatto tutte quelle uscite da sola? C'è un reggiano potente che la sponsorizza. Anche qui a Reggio c'è un gruppo che lavora per far cadere il governo". E non solo: "Il titolare di un bar qui a 300 metri (dalla sede della Provincia in corso Garibaldi) mi ha riferito che alla data in cui Macrì viene data a Villa Certosa, si trovava nel suo locale insieme ad un uomo che chiamano il 'Bell'antonio". Macrì dunque, per l'esponente del Pdl, è totalmente "inaffidabile, come del resto affermato anche dalla sua stessa madre".