Audizione in commissione antimafia

Sonia Masini

Delrio, Masini e Bini a Roma per affrontare la questione

 Si è tenuta ieri l'audizione dei vertici delle istituzioni reggiane presso la commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali. Un'audizione, richiesta da molto tempo, che si è svolta a Roma.  Il prefetto, Antonella De Miro, la presidente della Provincia Sonia Masini, il sindaco di Reggio Graziano Delrio e il presidente della Camera di commercio Enrico Bini, sono stati ascoltati dal «comitato per le mafie nazionale nelle regioni diverse da quelle di tradizionale insediamento». Presente anche il parlamentare reggiano Maino Marchi. A questa audizione ne seguiranno altre dedicate a tutti i territori regionali italiani. L'audizione era finalizzata ad informare i parlamentari del comitato sulla situazione delle infiltrazioni della criminalitá organizzata nella nostra provincia e sulle azioni di contrasto messe in campo, da sole e in maniera coordinata, dalle singole istituzioni. «E' stato un incontro molto utile per ragionare insieme su un'azione comune, la più efficace possibile, di fronte al pericolo di infiltrazioni malavitose anche nel nostro territorio, partendo proprio dai tanti strumenti sui quali la Provincia di Reggio è impegnata da tempo come il centro di documentazione e iniziativa sulla criminalitá organizzata e, sui fronti della prevenzione dell'illegalitá e del contrasto del lavoro nero, i vari osservatori online sugli appalti pubblici», spiega Sonia Masini, presidente della Provincia. Audizione utile, dunque, «per una valutazione della situazione reggiana e della capacitá della nostra provincia di evitare che la crisi rischi di compromettere anche da noi - in particolare nell'edilizia e nel commercio - la convivenza democratica e la libertá d'impresa».