Renzi: “Era inevitabile dopo o Conte o morte che qualcosa accadesse nel Pd”

Il leader di Italia Viva: «Più che la busta con i bossoli ricevuta in Senato, mi stupiscono le frasi del magistrato Nello Rossi che scrive che intorno a me "va creato un cordone sanitario"»

Immancabile. Dopo pranzo, ecco la e-news di Matteo Renzi. E naturalmente, tra il viaggio del Papa in Iraq, il governo, e «Draghi sta cambiando tutto» ecco che l’attenzione cade pure sugli eventi che riguardano il suo ex partito. «Non mi interessa commentare ciò che sta avvenendo nel PD- scrive il leader di Italia Viva – Era normale che dopo il fallimento della strategia “O Conte o morte” qualcosa potesse accadere. L'asse con i cinque stelle sembra oggi inossidabile al punto da permettere gli a Beppe Grillo la provocazione della candidatura alla guida del PD. I problemi del Pd lasciamoli al Pd». Poi, il passaggio sul governo. «Fino a una settimana fa – afferma Matteo Renzi – in tanti dicevano: ma che cosa cambia con Draghi al governo? E invece sul Recovery plan, sulla gestione dell'intelligence, sui vaccini tutto sta cambiando. Abbiamo bisogno di più dosi e il governo italiano sta cambiando passo portandosi dietro l'intera Unione Europea, come abbiamo visto anche in questi giorni sulla vicenda Astrazeneca-Australia. Ma abbiamo bisogno anche di utilizzare le dosi già acquistate: in questo senso penso che sia assurdo che mentre salgono i contagi ci siano circa due milioni di dosi già a disposizione delle Regioni e delle istituzioni non utilizzate». Quindi, un affondo (o meglio replica) sulla giustizia. «Più che la busta con i bossoli ricevuta in Senato (grazie a tutti per le parole di affetto e amicizia), mi stupiscono le frasi di personalità del mondo della magistratura. Nello Rossi, direttore della rivista della corrente Magistratura Democratica, scrive che intorno a me "va creato un cordone sanitario". A me sembra una frase di enorme gravità detta da un giudice su una testata che è la rivista ufficiale dei giudici di Magistratura Democratica e della quale è il direttore. Una corrente della magistratura dice che io devo avere un cordone sanitario intorno? Ragazzi, ma ci rendiamo conto? Il silenzio su questa frase mi fa più male dei bossoli. Perché chi conosce il mondo della giustizia sa che cosa significa 'cordone sanitario». 

(fonte: La Stampa)