Uefa Euro 2020, oscurati due siti che vendevano biglietti falsi

La Procura di Roma e la Guardia di Finanza hanno bloccato due siti in cui si vendevano biglietti falsi per entrare allo stadio

Due siti web sono stati preventivamente oscurati, perché su di essi erano stati messi in vendita biglietti per assistere agli incontri del Campionato europeo di Calcio 2020 “Euro 2020”, il campionato rimandato al giugno di quest’anno a causa della pandemia. L’azione di sequestro preventivo è stata disposta d’urgenza dalla Procura di Roma per interrompere quella che era evidentemente una truffa, e il decreto è stato eseguito dal Comando provinciale della Guardia di Finanza.

Il nucleo di Polizia Economico-Finanziaria ha scandagliato la rete, scoprendo che su due piattaforme, Viagogo e Ticombo, due piattaforme che permettono di acquistare biglietti di viaggi, concerti, eventi culturali e sportivi. Sulle due piattaforme erano disponibili i titoli d’ingresso per vari match del campionato europeo, incluso la partita inaugurale tra Italia e Turchia che sarà disputata all’Olimpico di Roma l’11 giugno. La procedura era alquanto semplice e permetteva di acquistare in un colpo solo più di venti biglietti. Era anche possibile decidere il posto a sedere nello stadio. I prezzi andavano da un minimo di 196 euro per un posto in “categoria 3”, fino a un massimo di 3500 euro per i posti migliori. Ma i biglietti erano falsi, o inesistenti.

Mentre effettuava la procedura d’acquisto, l’ignaro cliente veniva accompagnato da frasi rassicuranti come «Attendi mentre controlliamo la disponibilità». O ancora: «Preparati per i tuoi biglietti per UEFA Euro 2021». Una frase doppiamente ingannevole, visto che il Campionato che si disputerà a partire da giugno è comunque quello del 2020 anche se si svolge nel 2021. Nella schermata era persino presente un pannello con un contatore dei biglietti rimasti che, partendo da 600, in pochi secondi si azzerava: anch’esso era ingannevole perché se si aggiornava la pagina il contatore tornava a 600 biglietti rimasti. 

I biglietti promessi su questi siti però erano falsi. Il motivo è che la Uefa (Union of European Football Associations) non ha autorizzato nessun altro a vendere i biglietti per entrare negli stadi in cui si giocheranno le partite del Campionato. Sono validi solo i biglietti venduti dai circuiti della Uefa o della Figc. Tutti i biglietti acquistati attraverso canali non ufficiali invece non sono validi e non permettono di entrare negli stadi. 

(fonte: La Stampa)