Allerta meteo sullo Ionio: un ciclone a 160 chilometri orari minaccia le coste tra Italia e Grecia

Si tratta di un Mediacane (MEDIterranean hurriCANE). A rischio le zone tra Calabria e Puglia ionica

Un ciclone di rara potenza è in azione in queste ore sullo Ionio e l’allerta meteo è altissima. Vengono segnalati venti sostenuti, forti piogge e onde altissime che sferzano la costa. In crisi, in particolre la Calabria, con piogge e mareggiate ed è scattata l’allerta arancione. Nel basso crotonese si sfiorano già i 100 mm di pioggia, mentre onde lunghe fino a 2-3 metri raggiungono le coste ioniche.

Ciclone sullo Ionio tra Calabria e Grecia: ecco come si sta spostando

Il ciclone si sta intensificando ulteriormente in queste ore e avrà il suo apice domani in Grecia, dove sono previste piogge torrenziali e raffiche di vento di oltre 160 km/h, come segnala il sito 3bmeteo. Medicane, in termine tecnico (dalla fusione tra i termini dei termini inglesi MEDIterranean hurriCANE), spiega il sito ilmeteo.it si sta spostando in queste ore sul mar Ionio sfiorando l’Italia verso la Grecia portando con sé un carico di temporali e venti violenti con raffiche che sfiorano i 150 km/h in mare aperto. 

Le previsioni delle temperature in Italia fino al 21 settembre

«Per caratteristiche fisiche e per forza i "Medicane" (denominati anche TLC, Tropical like Cyclone) non hanno nulla da invidiare ai classici cicloni tropicali o uragani che sferzano il settore tropicale dell'Atlantico, il Pacifico e l'Oceano Indiano» spiegano dal sito ilmeteo.it. 

L'Atlantico invaso dagli uragani, cinque cicloni si muovono contemporaneamente: è la seconda volta nella storia

Ci sono dei rischi per il nostro Paese?
Secondo i meteorologi le zone che potrebbero risentire di tale fenomeno sono le estreme regioni meridionali con la possibilità di rovesci temporaleschi: sud della Puglia, Calabria e i settori orientali della Sicilia.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi