Silvia, gli abbracci e la conversione: “Ora sono musulmana, mi chiamo Aisha”

L’abbraccio commosso tra Silvia Romano e la madre Francesca Fumagalli all’aeroporto di Ciampino

La cooperante milanese sbarca a Roma tra le lacrime dei genitori. «Ho letto il Corano e adesso ci credo». Le parole davanti al pm: «Nessun matrimonio né relazione. Mi hanno trattata con rispetto. Ma i carcerieri avevano sempre il volto coperto»