LA MAPPA DELLO SPACCIO Inviateci le vostre segnalazioni per denunciare dove si smercia droga

Nonostante arresti e controlli a Reggio si spaccia diffusamente. Molto spesso le denunce dei cittadini si rivelano fondamentali: la nostra mappa è aperta al vostro contributo

 

REGGIO EMILIA. Una domanda di droga che non conosce crisi, ma che anzi coinvolge sempre più i giovanissimi, fa da contraltare a un’offerta di sostanze che, in città, è diffusa e variegata: si spaccia di tutto. Sulla base degli ultimi arresti da parte delle forze dell’ordine e delle segnalazioni arrivate dai cittadini, abbiamo cercato di tracciare una mappa dei luoghi in cui lo spaccio è un’emergenza.

Non è esaustiva, ovviamente, ma rende l’idea di come il fenomeno sia diffuso. E allarmante. Denunciarlo è un primo modo per cercare di contrastarlo. E la mappa – che pubblichiamo on line – è aperta alle vostre preziose segnalazioni. Scriveteci via mail a lettere.re@gazzettadireggio.it

 

 

LE VOSTRE SEGNALAZIONI ARRIVATE ALLA REDAZIONE

 

PARCO CERVI
"Sono tornati gli spacciatori al Parco Cervi, che come sappiamo confina con il liceo classico Ariosto e la scuola elementare Sant'Agostino. Lo spaccio avviene alla luce del sole così come il consumo , davanti ai bambini che giocano.  Ricordiamo che proprio il parco Cervi nel periodo estivo è sede di campi gioco.  Alcuni cittadini hanno raccontato che gli spacciatori nascondon la droga sotto i madoni  dei vialetti del parco".

 

LARGO DEGLI ALPINI
"Si rivedono spacciatori al lavoro".

 

PIAZZA SAN GIOVANNINO
"E' ripreso lo spaccio. Da quando in zona via Guido da Castello nelle sere più calde di movida stazionano i vigili urbani, lo spaccio si è via via spostato qui".

 

PARCO DEGLI IPPOCASTANI 2
"Davanti alla scuola elementare Morante spacciano a tutte le ore"

 

VIA PASCAL
"Spacciano nel parcheggio delle scuole"

 

VIA RODOLFO MAGNANI
"Dove abito vedo da alcuni mesi persone presumibilmente dedite allo spaccio, nello specifico all'interno di uno stabile".

 

VIA PREMUDA
"La zona non è mai stata immune, ma son diventati più furbi perché con le scuole sanno che la zona dovrebbe essere controllata, allora lo fanno da casa. Ci sono certi via vai in quelle laterali, ma chi ci abita non parla perché comunque ha paura".

 

VIA VENERI
"C'è un gruppetto di persone appostate. Ho visto ragazzini con lo zaino venire, parlare con loro e andare via dopo aver preso una bustina".

 

PARCO OTTAVI
"Volevo segnalare il Parco Ottavi come luogo zeppo di spacciatori e gente poco raccomandabile. Sia nella zona vicina al distributore dell’acqua pubblica posto vicino al Rsa Le Magnolie, sia all’interno del parco. Il degrado e la pessima manutenzione della zona hanno trasformato i campi coltivati in un dedalo di percorsi perfetti per incontri fugaci tra pusher provenienti dalle zone confinanti e i loro clienti".

 

PARCO SAN FILIPPO
"A centro metri dalla scuola primaria Zibordi spaccio, borse e portafogli rubati, bivacchi di alcolizzati e posto in cui dormire se non hai una casa e chi più ne ha più ne metta. Più volte ho fatto presente alle forze dell’ordine il problema e mandato foto in Comune (all’ufficio Verde pubblico e manutenzione), riguardanti il degrado della zona. Tante promesse e nulla di risolto".

 

CAMPO DI MARTE
"Anche il Campo di Marte è un luogo di spaccio:  è grave essendo molto frequentato dai bambini".

 

PARCO DELLA POLVERIERA / VIALE OLIMPIA / VIA VIANI
"Li vedo frequentemente in vai Sani, via Prospero Viani, in viale Olimpia e nel parco dietro la Polveriera. Non se ne può più. Spacciano tranquillamente scambiandosi la roba in strada".