Landini: «Se è necessario occupiamo le fabbriche»

Il segretario della Fiom a Roma: «Non siamo più disponibili a firmare accordi che le chiudano. Metteremo in campo gesti di difesa totale dei posti di lavoro»