Quotidiani locali

L'intervista all'attrice reggiana: «Un piccolo ruolo... ma con Paolo Sorrentino»

Federica Strozzi è Giovanna D’Arco in “Loro 2”

REGGIO EMILIA. «Essere diretta da Paolo Sorrentino è stata una delle esperienze più incredibili e belle della mia vita». Con queste parole Federica Strozzi, commenta emozionata la sua partecipazione come attrice al film “Loro 2”, uscito nelle sale in questi giorni, che racconta la storia di Berlusconi. «Un piccolo ruolo, il mio, ma ho avuto il privilegio di misurarmi con i veri campioni, con uno staff straordinario. E, soprattutto, con Paolo, a cui va un grazie lungo tutta una vita».

Federica, 36 anni, reggianissima, anche se ora vive e lavora tra Milano e Roma, ha recitato nell’ultimo film di Sorrentino. Ha iniziato a farsi notare nel 2002 quando ottenne la corona di Miss Reggio e da allora di strada ne ha fatta parecchia. Ha condotto su Sky un format legato al mondo delle mamme e dei bambini. Poi ha iniziato a fare delle parti al cinema: nel 2014 ha recitato nel film “Italiano Medio” di Maccio Capatonda, nel 2016 è stata a Cannes e al festival di Venezia per il film “Milano in the cage” di Fabio Bastianello (con questo film Federica era in concorso ai David di Donatello come "attrice non protagonista"). Nel frattempo ha fatto vari spot tv, ha recitato in altri film, fino al quest’ultimo progetto cinematografico.

La sentiamo al telefono il giorno dopo in cui, anche lei, ha visto per la prima volta al cinema ‘Loro 2’. «Ho imparato davvero tanto dai suggerimenti e dal modo di lavorare di Sorrentino – afferma –. È un grandissimo professionista, molto gentile e sensibile».

Un film non semplice che ha fatto e fa discutere.

«Visto il tema rischiava di essere troppo pesante o troppo leggero. Invece, secondo me, Sorrentino è riuscito a trovare il giusto equilibrio e ha curato tutto nei minimi dettagli. Certo è un film scomodo, parla di Berlusconi, ed è stato escluso da Cannes probabilmente per questo».

Sul set ha avuto modo di incontrare attori come Toni Servillo, Kasia Smutniak e Riccardo Scamarcio.

«E’ stato molto interessante vederli sul set e fuori dal set, sono attori straordinari. Toni Servillo ad esempio era talmente entrato nel personaggio di Berlusconi che continuava a esserlo anche a telecamere spente. Ti guardava e sorrideva con lo stesso sorriso di scena».

Ha ottenuto una piccola parte in “Loro 2” dopo aver superato quattro provini...

«Sapevo che sarebbe stata una bella opportunità e ce l’ho messa tutta».

Finché a settembre ha girato la scena che le è stata assegnata.

«Nel film sono Giovanna D’Arco. Proprio così, quello è il mio nome di scena. Di fatto ho dovuto fare la parte di un’attrice incapace che viene piazzata in una fiction da Berlusconi. Quindi che arriva lì essendo una delle predilette di Silvio e non per meriti. Dovevo quindi recitare, facendo l’incapace, il ruolo di Giovanna D’Arco. Un compito di certo non semplice. E sono stata messa realmente sul rogo, legata. La scena è stata girata a Cinecittà, in notturna. Il primo ciack l’ho fatto davanti a Sorrentino, Servillo, Scamarcio, Smutniak. Che emozione».


Un’esperienza importante, dunque, per Federica Strozzi. Ma non è l’unica in questo periodo. La sua carriera è in continua ascesa: ha fatto infatti una parte anche in “Trust”, serie televisiva statunitense trasmessa in questo periodo su FX e diretta da Danny Boyle.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori