Quotidiani locali

l’appuntamento 

Oggi alle 12 la premiazione di Giovane fotografia italiana

REGGIO EMILIA. La creatività dei giovani fotografi trova la massima espressione, con Fotografia Europea, nel nuovo Spazio U30Cinque in piazza Scapinelli 1. L’ex casa dello studente ospita “Azione e...

REGGIO EMILIA. La creatività dei giovani fotografi trova la massima espressione, con Fotografia Europea, nel nuovo Spazio U30Cinque in piazza Scapinelli 1. L’ex casa dello studente ospita “Azione e immaginario”, tre mostre curate da Daniele De Luigi. La prima mostra si chiama “Activism” e raccoglie le proposte di otto artisti, selezionati con la sesta edizione del bando Giovane Fotografia Italiana; “Saggio sulla cecità” è una riflessione di Federica Landi, Emeric Lhuisset, Ana Catarina Pinho sull’identità profonda del Mediterraneo in relazione al fenomeno migratorio; “Energia Potenziale” è l’esito della residenza artistica a Reggio dal duo Calori & Maillard sulle rigenerazioni urbane. Abbiamo contattato il curatore per saperne qualcosa di più.

Che spaccato della nostra società emerge attraverso i progetti dei giovani artisti selezionati?

«La call ha raccolto 136 progetti di artisti che mettono nel loro lavoro una forma di impegno civile, affrontando apertamente temi a carattere sociale e politico. Gli otto artisti selezionati rappresentano bene un’ampia fetta di giovani italiani che hanno a cuore la ricerca della verità, l’equilibrio dell’ecosistema, la giustizia sociale, le relazioni culturali, più in generale che vogliono pensare il proprio mondo in modo critico e attivo».

Qual è il ruolo che ha oggi l’immagine per i giovani?

«Lo stesso ruolo che hanno il pane e l’acqua. Al tempo stesso le immagini sono più ambigue e più persuasive delle parole. Possono esserci effetti negativi sulle capacità di scelta e di interpretare la realtà, ma è assurdo condannare a priori questa onnipresenza delle immagini: esse possono essere uno strumento di riflessione e lettura in profondità delle complesse dinamiche del mondo contemporaneo. Nel suo piccolo questa mostra cerca di fare questo».

Oggi alle 12, per il primo anno, verrà assegnato il premio Giovane

Fotografia Italiana. Perché questa scelta?

«Giovane Fotografia Italiana è nato nel 2012. Era da un po’ che desideravamo istituire un premio per i finalisti, quest’anno ci siamo riusciti grazie alla volontà del Comune e alla generosità di un’azienda reggiana, Reire».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori