Quotidiani locali

Oggi il taglio del nastro mostre ma non solo

Alle 18 inaugurazione ufficiale e alle 19 apertura delle esposizioni Questa sera in piazza San Prospero si balla con Nina Zilli in consolle 

REGGIO EMILIA. Ci siamo. Oggi inizia la tredicesima edizione di Fotografia Europea e la città si prepara a “cambiare” – giusto per restare in tema. Il programma delle giornate inaugurali del festival è, come sempre, vastissimo.

Il via oggi alle 17 in piazza Martiri del 7 Luglio con “Le ri(e)voluzioni”: il sociologo e giornalista bielorusso Evgenij Morozov, esperto di nuovi media e dei loro effetti sulla società, condividerà la sua visione rivoluzionaria della tecnologia. Alle 18 seguirà l’inaugurazione ufficiale, alle 19 saranno aperte le mostre.

Alle 18.45 in piazza Martiri del 7 Luglio (e poi di nuovo alle 20 in piazza Prampolini) ci sarà “Grand Bal”, la performance collettiva di oltre 150 danzatori con i percussionisti dell’Istituto musicale Peri. Una vera festa della danza e della musica, a cura di Arturo Cannistrà con Gabriele Genta e Valerio Longo.

Chi ama la musica non può mancare all’evento “Pensiero stupendo”, ore 21.30 in piazza San Prospero: in consolle Nina Zilli e Mixo. A seguire dj set di Roberto Dell’Era e Margherita Grechi (in caso di maltempo ci si sposta al Palabigi, in via Guasco). A mezzanotte after party al Catomes Tôt, in via Panciroli. Anche il Malù (in viale Olimpia 20) propone una serata legata al tema di Fotografia Europea, “Electrosexual”. In consolle ci sarà un ospite che non ha bisogno di presentazioni: Andy dei Bluvertigo. In programma un viaggio supersonico negli anni ’80.

Domani si parte al mattino (ore 10.30 in piazza Martiri del 7 Luglio) con “Vedere per credere”, il dialogo tra Luca Campigotto e Walter Guadagnini (curatore del Festival). Alle 12 (sempre in piazza Martiri del 7 Luglio) il confronto sarà tra Joel Meyerowitz e Francesco Zanot. Stesso luogo, ore 15.30: “Remote possibilities”, Mishka Henner dialoga con Guadagnini.

Alle 17 in piazza Martiri del 7 Luglio arriverà Catherine Spaak. L’attrice parlerà con Pietro Adamo, curatore della mostra “Sex&Revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960 -1977)”, degli aspetti che hanno caratterizzato la rivoluzione sessuale al cinema. Alle 18.30 Alberto Bradanini e Alberto Negri approfondiranno la situazione dell’Iran con la conversazione “Costruzione del nemico?”.

La giornata termina alle 22 al teatro Cavallerizza, dove andrà in scena Photographic Orchestra, uno spettacolo che unisce musica, fotografia e teatro: le immagini proiettate, tratte dalla collezione di Fotografia Europea, verranno sonorizzate live da artisti quali Antonio Ballista, Vincenzo Vasi, The Winstons, con la partecipazione del Coro Monte Cusna. La regia è di Pablo Solari, in collaborazione con il Centro Teatrale Mamimò.

Ultima delle giornate del weekend inaugurale, domenica si aprirà con “L’opera di Lorenzo Tricoli: irriverenza, humor e politicamente scorretto”. L’appuntamento è alle 10.30 in piazza Martiri del 7 Luglio con Federica Chiocchetti, Emiliano Biondelli, Lina Pallotta e Giulia Zorzi.

Alle 12, sempre in piazza Martiri del 7 Luglio, ci sarà un interessante incontro sul fotoromanzo, al centro della mostra dello Spazio Gerra, che per l’occasione ha anche realizzato un “sequel” del fotoromanzo “La colpa” di Cesare Zavattini. La conversazione – che vedrà impegnati Michele Smargiassi, Silvana Turzio, i curatori della mostra, lo sceneggiaotore del nuovo fotoromanzo Matteo Casali e i fotografi Nicolò Maltoni, Valentina Cafarotti e Federico Landi – verterà sul destino del fotoromanzo, che potrebbe coinvolgere Instagram e i social network.

Allo Spazio U35 in piazza Scapinelli (ore 12) ci sarà invece la premiazione “Giovane Fotografia Italiana #6”.

Sul finale (ore 18 alla Polveriera) parole e musica con la presentazione di “Offlaga Disco Pax, una piccola rivoluzione reggiana”, pubblicato da Corsiero Editore. Il libro – un volume fotografico di Fabrizio Fontanelli, il fratello di Enrico, uno dei tre componenti della formazione, morto a 37 anni nel 2014 per le conseguenze di una malattia – è una summa di reggianità, come per molti versi è tutta la storia e l’opera degli Offlaga di Fontanelli, Max Collini e Daniele Carretti. Saranno presenti tutti i protagonisti del volume, incluso Zamboni, oltre al giornalista Maurizio

Blatto. Sarà possibile ritirare le copie del libro preordinate e ascoltare il dj set di Carretti.

Ovviamente questo è solo l’antipasto. Eventi e spettacoli si susseguiranno per tutto il Festival, fino al 17 giugno. Programma aggiornato si trova su www.fotografiaeuropea.it.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori