Quotidiani locali

La canzone di Colombari dedicata alla Statale 63 ora è un video

Castelnovo Monti, sono iniziate nei giorni scorsi le riprese del video con cui il cantautore castelnovese Mirko Colombari promuoverà la sua nuova canzone dedicata alla Statale 63

CASTELNOVO MONTI. Sono iniziate nei giorni scorsi le riprese del video con cui il cantautore castelnovese Mirko Colombari promuoverà la sua nuova canzone dedicata alla Statale 63. Il video sarà girato interamente lungo la Statale, partendo da Aulla, dove sono state effettuate le prime riprese, per accompagnare un viaggio ideale che si concluderà a Castelnovo Monti. Per queste sue location peraltro il video ha avuto il patrocinio dei Comuni di Castelnovo, Ventasso, Fivizzano e Aulla. Le immagini raccontano di un autostoppista, lo stesso Colombari, che si sposta lungo la Statale incontrando persone che la percorrono ogni giorno, studenti, giovani, professionisti.

Il video sarà pronto a inizio maggio: i registi sono Settimini e Corradini, creatori del La Spezia Film Festival. Oltre alla produzione del video, il cantautore castelnovese sta organizzando anche un mini tour live che toccherà alcune località dell’Appennino, a partire dal festival Sapori di Fivizzano, a inizio giugno.

Riscontri già importanti dunque per questo brano molto originale, dedicato alla spina dorsale della provincia di Reggio, in particolare al suo tratto appenninico, alle atmosfere e le persone della montagna. Mirco Colombari, quarantenne musicista e cantante castelnovese, ne ha scritto il testo e curato, in team con altri musicisti, la musica e l'arrangiamento.

Il pezzo è stato registrato agli Overdrive studio, masterizzato presso Energy mastering di Milano. In una atmosfera tra rock e folk, la canzone dedicata alla Statale racconta l’emozione di serate, incontri e avventure vissute “on the road”, una road ben definita, che davvero per chi vive qui segna quasi il tempo e la vita.

Colombari ha ormai un background molto sostanzioso nell'attività musicale: inizia a suonare la chitarra fin da bambino, a 6 anni viene iscritto all’Istituto Merulo che per qualche anno lo porta alla musica classica. In seguito si avvicina alla chitarra

elettrica e prosegue gli studi legati ai chitarristi Rock, e a 17 anni inizia a comporre testi. A 22 decide di dedicarsi anche al canto.

Ha alle spalle diversi brani pubblicati e passati anche in importanti network radiofonici e televisivi. (l.t.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik