Quotidiani locali

a palazzo dei musei 

Storchi racconta la via Emilia strada di guerra ma anche di pace

REGGIO EMILIA. “Via Emilia, strada di pace, strada di guerra”. Ne parlerà oggi pomeriggio (alle 16 al Palazzo dei Musei di via Spallanzani 1) Massimo Storchi.Lo storico – che è anche direttore del...

REGGIO EMILIA. “Via Emilia, strada di pace, strada di guerra”. Ne parlerà oggi pomeriggio (alle 16 al Palazzo dei Musei di via Spallanzani 1) Massimo Storchi.

Lo storico – che è anche direttore del Polo archivistico di Reggio Emilia gestito da Istoreco – è il protagonista dell’incontro odierno della rassegna “Il té delle Muse”.

La via Emilia nella sua vicenda bi-millenaria è stato l’asse viario decisivo per tutto il territorio regionale. Asse di collegamento e traffico in pace, arteria nevralgica e strategica in guerra.

La Seconda guerra mondiale ha rappresentato per la Strada statale 9 un momento decisivo: interrotta per la prima volta nella sua storia, obiettivo strategico degli schieramenti opposti come asse di raccordo per le vie di comunicazione del retro-fronte, sulla via Emilia si sono avvicendate molte diverse e drammatiche situazioni nei venti mesi di occupazione nazista del nostro territorio. La conversazione di oggi si incentrerà in particolare sulla serie di attacchi aerei, sugli attacchi partigiani e le rappresaglie naziste e sulla liberazione dell’aprile 1945, tenendo ovviamente sempre il focus sul tracciato stradale.

La conversazione con Massimo Storchi si inserisce nel più ampio progetto “2200 anni lungo la Via Emilia” promosso dai Comuni di Modena, Reggio Emilia e Parma, dalle Soprintendenza Archeologia di Bologna e di Parma, dal Segretariato Regionale Beni, Attività culturali e turismo, e dalla Regione Emilia Romagna. Per approfondire

progetto consultare il sito www.2200anniemilia.it.

L’iniziativa è a ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione. Per maggiori informazioni telefonare al Palazzo dei Musei allo 0522-456816 oppure scrivere una mail all’indirizzo musei@municipio.re.it.



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik