Quotidiani locali

Kandinsky/Cage verso quota 40mila visitatori

Ultima settimana per visitare la mostra a Palazzo Magnani: lunghe file nello scorso week end

REGGIO EMILIA. Ultima settimana per vistare la mostra Kandinsky/Cage-Musica e Spirituale nell’Arte. U’affluenza record quella che si è registrata nello scorso week end, con una partecipazione di pubblico che ha registrato solo domenica quasi 1.000 visitatori, portando la soglia dei 40.000 molto più vicina.

Sta volgendo quindi al termine la grande mostra della Fondazione Palazzo Magnani, che ha portato in città quasi 500 scolaresche provenienti da tutta Italia, insieme a studiosi, giornalisti, appassionati e tanti nomi importanti del mondo della cultura, che hanno guardato fin da subito a questa mostra con curiosità ed interesse sempre crescente.Una mostra che non ha solo registrato un numero sorprendente di visitatori per una città come Reggio Emilia, ma che ha anche riscosso giudizi unanimamente positivi dai maggiori organi nazionali di informazione. Non dimentichiamo che un quotidiano nazionale come La Repubblica ha inserito Kandinsky/Cage tra le migliori 10 mostre d’arte da non perdere, inserendo Reggio Emilia nella rosa delle capitali dedicate all’arte contemporanea insieme a Parigi, Londra, Milano, Roma, Venezia.

A sancire il successo di questa bella e interessante esposizione hanno sicuramente concorso diversi fattori: sicuramente i nomi presenti in mostra, oltre i due maestri presenti nel titolo, Kandinsky e Cage – geni l’uno dell’arte l’altro della musica – ci sono Max Klinger, Costantin Ciurlionis, Marian Werefkin, Paul Klee, Oscar Fishinger, e poi ancora Fausto Melotti, Giulio Turcato, fino a Robert Rauschenberg, per raccontare quel dialogo tra arte e musica instauratosi a partire dalla fine dell’800 a celebrazione dell’unione tra tutte le arti. Accanto a questo elemento, c’è sicuramente anche la soluzione espositiva proposta, con un taglio critico originale e innovativo, capace, grazie alla presenza di campane sonore che avvolgono e trasportano in una situazione altra a favore di una fusione sensoriale fra colore, forme e suoni, di coinvolgere il visitatore di tutte le età.

Dunque un’ultima

settimana, fino a domenica 18 marzo, per ammirare, comprendere, percepire e interpretare una mostra che è già storia. Orari: dal martedì al giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; venerdì, sabato e festivi dalle 10 alle 19. Ingressi: intero 12 euro, ridotto 10.



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro