Quotidiani locali

Alla ricerca dell’arte con la fiaba cinese coreografata da Preljocaj

REGGIO EMILIA. La fiaba si fa danza con “La Fresque” di Angelin Preljocaj. Quale posto occupa l’arte nella nostra società? Il coreografo, tra i migliori del panorama della danza contemporanea, cerca...

REGGIO EMILIA. La fiaba si fa danza con “La Fresque” di Angelin Preljocaj.

Quale posto occupa l’arte nella nostra società? Il coreografo, tra i migliori del panorama della danza contemporanea, cerca di rispondere attraverso un racconto tradizionale dell’Asia che domani sera (ore 20.30) sarà in scena al teatro Valli. Dopo “L’Anoure” del 1995, “Biancaneve” del 2008, “Siddharta” del 2010, Preljocaj continua ad indagare l’universo dei racconti scegliendo per le sue creazioni una pista ancora inesplorata: i racconti tradizionali asiatici, noti per la loro ricchezza e forza poetica.

“La Fresque”, creazione ispirata ad un’antica fiaba cinese, parla di un viaggio in un’altra dimensione dove l’immagine diventa luogo di trascendenza e la persona fisica entra in relazione con l’immagine. Il balletto esplora le relazioni misteriose esistenti tra la rappresentazione e la realtà, mettendo in evidenza, tramite la danza, i legami che si instaurano tra immagine fissa e movimento, tra istantaneità e durata, tra vivo e inerte. Dietro questa metafora racchiusa nel racconto si delinea la questione della rappresentazione e del posto che l’arte occupa nella nostra società.

La fiaba narra di due viaggiatori, Chu e Meng, che in un giorno di pioggia trovano riparo in un piccolo tempio. Si avvicina un anziano monaco che mostra loro un magnifico dipinto sul quale è rappresentato un gruppo di ragazze in un boschetto di pini. Chu resta affascinato da una di loro, che ha occhi dolci, labbra rosse e

capelli neri sciolti, simbolo di donna libera. La guarda così intensamente che si sente trasportare all’interno del quadro. Quando uscirà dalla tela molti anni dopo, in realtà minuti, la ragazza avrà un magnifico chignon, simbolo di donna sposata. Info: 0522-458811, www.iteatri.re.it.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon