Quotidiani locali

albinea 

Una giornata dedicata al dialetto nel ricordo di Ugo Bellocchi

ALBINEA . Insieme per studiare il dialetto reggiano. Non è la prima volta che Albinea accoglie iniziative legate allo studio del dialetto nostrano. È accaduto in serate estive nei giardini locali ed...

ALBINEA . Insieme per studiare il dialetto reggiano. Non è la prima volta che Albinea accoglie iniziative legate allo studio del dialetto nostrano. È accaduto in serate estive nei giardini locali ed ora si ripete nella sala civica comunale. L’invito, rivolto a cultori e semplici appassionati, arriva dalla sezione reggiana della Deputazione di storia patria per le province modenesi ed è fissato per le 16 di oggi. D’intesa appunto con il Comune, la Pro loco e il Centro albinetano di studi sul dialetto.

Il programma è denso e prevede il saluto del sindaco di Albinea Nico Giberti e la presentazione del Bollettino Storico Reggiano numero 164 (Dialectalia Regiensia II) che sarà curata dal presidente della sezione Giuseppe Adriano Rossi. Immancabili poi la voce e il commento di Giuliano Bagnoli (in foto), che il dialetto lo sa interpretare anche scenicamente, che parlerà di Valentino Bertani, poeta dialettale albinetano vissuto dal 1929 al 2015. Enzo Romoli porterà quindi una testimonianza locata più in alto, sulle prime pendici appenniniche, con “Il dialetto di San Cassiano-Debbia, terra di Baiso”. Alla bassa reggiana provvederà Luciana Boccaletti con alcune testimonianze sull’uso del dialetto novellarese fra il finire dell’Ottocento e i primi anni del Novecento. La giornata
di studi sarà dedicata a un celebre studioso reggiano, Ugo Bellocchi, con Maria Cristina Bulgarelli che presenterà la catalogazione del fondo titolato al professore scomparso ormai da diversi anni e con la figlia Lisa che consegnerà il premio titolato al padre Ugo. (l.v.)



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori