Quotidiani locali

Tra Napoleone e David con Marco Carminati

Lo storico dell’arte svela i segreti dell’incoronazione

REGGIO EMILIA. Arte, attualità, politica, letteratura. Anche nel 2018 gli appuntamenti di “Finalmente domenica”, che si tengono alle 11, porteranno nella Sala degli Specchi del teatro Valli, come è oramai tradizione consolidata, personalità di spicco alla prese con temi di indubbio interesse.

Domani si parte con la lectio magistralis di Marco Carminati, “La storia, che spettacolo! L’incoronazione di Napoleone di Jacques-Louis David: vicende, retroscena e aneddoti attorno a un capolavoro del Louvre”. Il riferimento va al 2 dicembre del 1804, quando nella cattedrale di Notre Dame il neoimperatore Napoleone si accinge ad incoronare la consorte Giuseppina de Beauharnais. Questo è il momento immortalato in un dipinto dalle dimensioni colossali da David, in cui viene sancita la rinascita della monarchia francese.

Dall’800 si passa poi all’attualità più scottante in quanto l’incontro di domenica 28 gennaio, con David Enia autore del libro “Appunti per un naufragio Reading”, parla di profughi e Lampedusa. Il romanzo racconta di ciò che sta accadendo nel Mediterraneo: le traversate, i soccorsi, gli approdi, le morti. L’autore guarda in faccia chi arriva e chi attende, narrando la storia di un naufragio individuale e collettivo. Appuntamento sicuramente imperdibile il 4 febbraio (ore 18) con Domenico Quirico autore di “Succede ad Aleppo”. Il giornilista-reporter dialogherà con Massimiliano Panarari sulla guerra siriana, ripercorrendo le pagine del suo ultimo libro: un affresco corale nel quale si racconta di assassini e di angeli, di bambini e di contrabbandieri, di forza e di paura. L’11 febbraio il tema sarà “Due donne ai raggi X: Marie Curie e Hedy Lamarr, ve le racconto io”. Vale a dire un monologo di Gabriella Greison in cui la “semplice” vita di Marie Curie si intreccia con la sontuosa vita di Hedy Lamarr, scienziata e inventrice del wi-fi moderno, e allo stesso tempo star di Hollywood, da tutti considerata la donna più bella del mondo (prima dell’arrivo di Marilyn Monroe). “Empatie” di Laura Boella – in dialogo con Ivan Levrini – sarà il tema trattato il 18 febbraio; mentre il 25 febbraio il “Promemoria Reading” di Andrea Bajani si propone come un promemoria di cose da fare, una serie di indicazioni scritte alla lavagna: sale grosso multa carta da regalo | posta bollettino tacchi da pagare....

Per l’appuntamento con la musica classica, il 4 marzo ritorna Giovanni Bietti con “Dialoghi nel tempo: Schubert, Schumann, Brahams” in relazione al concerto che Volodos terrà al Valli il 9 marzo. Due significative personalità della cultura e del giornalismo saranno presenti negli ultimi due incontri: l’11 marzo il filosofo Remo Bodei con “Le forme del bello”; il 18 marzo tocca a “L’anno del ferro e del fuoco. Cronache di una rivoluzione”, con Ezio Mauro in dialogo con Mirco Carrattieri per parlare della Rivoluzione russa cominciando dal personaggio leggendario di Rasputin e dal suo rapporto
morboso con l’ultimo zar, Nikolaij II. Mauro racconta il culmine e il declino del lusso sfrenato di un’aristocrazia che, di lì a poco, sarebbe rimasta travolta dal treno della storia. Attraversa la rabbia, la paura e la fatica di una popolazione stremata dalla guerra e dalla carestia.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori