Quotidiani locali

Dedicato al musicista reggiano Alfredo Mamoli

Sabato il concerto nell’auditorium del Peri e un incontro alla scoperta del patrimonio donato alla città 

REGGIO EMILIA. Dall’orchestra classica al caffè Busetti all’organo della cattedrale, dai ritmi e le melodie “persi” nel verde dello chalet Bottazzi (poi chalet Diana) all’insegnamento all’Istituto musicale Peri. C’è tanto dell’anima di Reggio Emilia nella vita del maestro Alfredo Mamoli (1901-1980), poliedrico e versatile musicista e musicofilo reggiano. E il suo Istituto Peri lo ricorda a tutti dedicandogli – sabato 20 gennaio alle 17 nell’auditorium Masini dell’Istituto in via Dante Alighieri con il titolo “Il diavolo e l’acquasanta. Alfredo Mamoli, musicista senza confini” – uno degli incontri culturali e musicali della rassegna “Da uno a molti. Doni musicali alla collettività”. Sia perché il maestro Mamoli è stato un dono di per sé, sia perché al Peri appartengono da alcuni anni i 580 libri e partiture musicali utilizzati dal maestro Mamoli nella sua lunga attività di musicista. Nel 2012 infatti, il figlio Riccardo, erede della passione paterna per la musica, poi trasmessa a molti reggiani attraverso il famoso negozio di dischi di cui è stato per molti anni titolare, aveva donato alla biblioteca Gentilucci la collezione paterna di 580 libri e partiture musicali. E oggi la famiglia ha deciso di arricchire questo lascito, donando all'istituzione cittadina alcuni manoscritti musicali di Alfredo.

Conosciuto e apprezzato esponente della cultura reggiana, protagonista in molteplici scenari di vita musicale, Mamoli lascia un’eredità musicale a trecentosessanta gradi. Per ricordarlo, sabato 20 gennaio, oltre all’interpretazione di una biografia liberamente tratta da un contributo del figlio Riccardo, con gli attori Luciano Lodesani e Veronica Strazzullo, con la partecipazione della nipote Vittoria Mamoli, interverranno il musicologo reggiano e docente dell’Università di Bologna Cesarino Ruini e Mauro Casadei Turroni Monti, studioso esperto del movimento ceciliano e docente dell’Università di Modena e Reggio. L’evento sarà arricchito da esecuzioni di brani composti da Mamoli, eseguite dagli allievi dell’Istituto
superiore di Studi musicali Anna Capiluppi (soprano), Giulio Ferretti (tenore), Alice Ascari e Simone Bertolini (violino), Andrea Parmigiani (organo), Roberto Cancemi (pianoforte) con la partecipazione del maestro Uberto Pieroni al pianoforte. L'evento è a ingresso libero.



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori