Quotidiani locali

Sfogliando le pagine della Strenna

È uscita la pubblicazione dell’Istituto Artigianelli tra ricordi e testimonianze

REGGIO EMILIA. Anche quest’anno torna la Strenna dell’Istituto Artigianelli. Una consuetudine radicata nel tempo promossa dalla istituzione benefica creata nel secolo XIX da don Zefferino Iodi. L’edizione 2017 è ricca di ben 240 pagine e di un nutrito corredo iconografico: a stamparla la Tecnograf.

La Strenna, che si apre con il saluto del presidente Gianserafino Morlini, è stata curata da Elisabetta Benassi e Gianluca Guidetti. Per i cultori di storia locale è un documento imperdibile. La copertina riproduce un’opera di Graziano Pompili la cui figura è analizzata in un saggio da Massimo Mussini. La sezione dedicata alla vita degli Artigianelli contiene contributi di monsignor Adriano Caprioli, di Gianserafino Morlini, di Elisabetta Benassi – Belen Almeida e di Raffaello Mazzacani . A seguire una raffica di servizi, ricerche, testimonianze, scoperte e ricordi.

Enrico Manicardi parla di Antonio Fontanesi, Roberto Marcuccio di Giovanni Costetti, Zeno Davoli di Nani Tedeschi, Giacomo Borgatti di San Francesco di Paola, Angelo Spaggiari dell’assassinio nella cattedrale, Annalisa Bertolotti di Matilde di Canossa, Glauco Bertolini delle nostre vie, Valledo Bolondi di San Giulio in Cavazzoli, Gabriele Fabbrici del generale Liuzzi, Giuseppe Adriano Rossi del vescovo Brettoni, Giovanni Guidetti della Chiesa di San Giuseppe a Scandiano, Luigi Vinceti di Luisa Galantino, Fabrizio Sevardi di Rolando Rivi, Francesco Giuseppe Sassi di Ricordi di guerra, Giampiero Sbrighi dell’Eroe della valletta incantata, Luigi Pecchini del Canale ducale d’Enza e di Correggio, Roberto De Pietri del Traghettino, Mauro Ponzi della fabbrica del baccalà, Stefania Ferrari di Penelope e un ricordo di Nardina Guarrasi, Anna Marmiroli di una sfida alla ricotta, Sauro Rodolfi di Alfredo Munari, Cristian Ruozzi di frammenti lapidei e terreni del Settentrione, Nicola Tirelli Prampolini della contessa Cassoli, Massimiliano Manzotti di Augusto Mosti, Antonella Gualandri di Olivio Montanari, Enrica Corradini Adani dei Giovani esploratori italiani,
Loretta Romani di pensieri raminghi in terra reggiana, Orio Riccò del cambio moneta, Roberta Mori di alleanze di donne e uomini, Denis Ferretti della Nonna della nonna, Fazio Ferrari della Bandiera. Per finire con i componimenti poetici di Rosa Della Salda e Luciano Zamboni.



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon