Quotidiani locali

Ai Chiostri doppia serata con Aterballetto

Per la prima volta “Golden Days” di Johan Inger poi tre coreografie di Pokorny, Ardillo e Kratz

REGGIO EMILIA. Torna, nell’ambito di Restate, l’appuntamento estivo con Aterballetto nella sua residenza estiva in città: i Chiostri di San Pietro. I cinquecenteschi chiostri benedettini attribuiti a Giulio Romano vedranno la Compagnia in scena per il sesto anno consecutivo, dopo il successo di pubblico degli anni precedenti. Giovedì 20 luglio per la prima volta a Reggio Emilia sarà in scena la serata intera firmata da Johan Inger, premio Danza&Danza 2016. Per “Golden Days” il concept alla base della serata, l’elemento che funge da collante, è la colonna sonora: Tom Waits, Patti Smith e Keith Jarrett. Con la loro musica e la loro arte, questi artisti hanno influenzato e contribuito al cambiamento di un’intera generazione. Tutta l’opera è pervasa da un sentore di storia, di nostalgia, di un luogo del passato che sembrava essere (almeno a guardarlo con gli occhi di oggi) semplice e libero.

Il 21 luglio la serata sarà composta da tre coreografie: “Words and Space” di Jiry Pokorny ; “Adam” di Saul Daniele Ardillo; “Phoenix” di Philippe Kratz (per la prima volta rappresentata a Reggio Emilia).

“Words and Space” (Parole e Spazio), del coreografo praghese Jiry Pokorny, rappresenta la metafora di un dialogo intrapersonale: il corpo di un individuo all’interno di uno spazio nell’atto di cimentarsi in un “monodialogo”, un dialogo con il proprio io. Il lavoro di Saul Daniele Ardillo, “Adam”, vuole coinvolgere lo spettatore in un sottile gioco di scambi, in cui il pubblico è scena e la scena diventa pubblico, nel rifluire crescente del “ricordo. Sebbene la nostra vita sembri seguire una traiettoria lineare, siamo in realtà destinati
a prendere parte a un eterno movimento ciclico fatto di nascita, crescita, stasi, morte e, infine, di nuovo nascita. È questa l’idea alla base di Phoenix: mentre situazioni e circostanze nell’ambito della pièce possono cambiare e mutare, l’energia di chi vi prende parte rimane costante.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista