Quotidiani locali

EDITORIA

L'archivio storico di Pari&Dispari

Reggio Emilia, alla biblioteca Panizzi in mostra il materiale delal casa editrice fondata da Rosanna Chiessi nel 1971

REGGIO EMILIA  L'arte contemporanea invade la Bibliteca Panizzi. Fino al 31 maggio è infatti aperta al pubblico una mostra, allestita in vari spazi, di edizioni,libri d'artista e opere dell'archivio storico Pari&Dispari.


Rosanna Chiessi (1934-2016) fonda a Reggio Emilia, nel 1971, Pari&Dispari: nata inizialmente come casa editrice, ben presto affiancherà all'attività originaria l'organizzazione di eventi, festival, esposizioni, performance e istallazioni, entrando in contatto e collaborando con artisti d'avanguardia di fama internazionale. Un impegno durato oltre 40 anni, che ha trovato la sua sintesi e il suo completamento nella creazione di un fondo archivistico depositato ora presso la Biblioteca Panizzi: 47 raccoglitori a raccontare uno spaccato di arte contemporanea, migliaia di fotografie che vanno ad unirsi alla collezione di un centinaio di edizioni numerate, libri d'artista e opere. Il sogno di Rosanna Chiessi, che trova oggi una sua realizzazione, era di rendere le opere d'arte alla portata di tutti e negli anni '70 il suo desiderio giunse all'estremo con l'idea di un museo itinerante, in cui le opere lasciate alle famiglie potessero essere custodite non più dai musei ma dai cittadini.

Oggi è possibile, grazie alle tecnologie che hanno consentito di integrare l'analisi delle opere originali, consultare virtualmente la documentazione dell'Archivio Storico Fotografico Pari&Dispari alla voce “Protagonisti” della Biblioteca Digitale Reggiana, online sul sito web della Biblioteca Panizzi.L'interesse e l'esigenza da parte di studenti universitari, in contatto con la Chiessi per la produzione di tesi di laurea, di conoscere un momento così particolare nell'arte contemporanea, ha fatto sì che uno degli obiettivi di questa raccolta sia la fruibilità nei confronti di tutti coloro che intendano studiare o approfondire questo sviluppo dell'arte internazionale che ha visto Reggio Emilia tra i suoi protagonisti. Si segnalano tra le diverse collaborazioni di Pari&Dispari quelle con l'Azionismo Viennese (1973) e con il movimento artistico giapponese Gutai. L'ingresso alla mostra è libero negli orari di apertura della Biblioteca Panizzi.
Per ulteriori informazioni www.bibliotecapanizzi.it
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista