Quotidiani locali

Nomadincontro, Novellara ricorda Augusto a 25 anni dalla morte

Sabato e domenica sono attese migliaia di fan provenienti anche dall’estero per festeggiare la band musicale più longeva d’Italia. In programma concerti, mostre e incontri. Domenica sarà premiato Enzo Iacchetti

NOVELLARA. E' tutto pronto, a Novellara, per accogliere, sabato 18 e domenica 19 febbraio, l'invasione del variegato “popolo Nomade”che arriva da tutta Italia per la sempre affollatissima due giorni del Nomadincontro.

Novellara è e rimane nell'immaginario di tre generazioni il mitico paese dei Nomadi e di Augusto Daolio e dove i fans di tutte le età della band più longeva d'Italia sono sempre accolti con calore e simpatia. Stando alle prevendite e alle prenotazioni negli alberghi della zona convenzionati, anche quest'anno sarà il tutto esaurito. Sono pronti gli striscioni di benvenuto, le vetrine del centro allestite in tema, le speciali bottiglie di Lambrusco dedicate al Tributo in quantità limitata e numerate, i parcheggi, il servizio navetta fra il paese e il Pala Enel Energia in località Motta, nella zona industriale a lato della provinciale per Reggio Emilia.

La festa del Popolo Nomade nel 2016

Novellara, festa di coriandoli tra i fans al concerto per Nomadincontro Il popolo Nomade, come ogni anno, arrivato da ogni parte d'Italia per il tradizionale appuntamento di Nomadincontro a Novellara, nella due giorni di full immersion nei luoghi e nelle atmosfere del paese dove Augusto è nato e ha trascorso gli anni della sua intensa e breve vita.

Nella Rocca dei Gonzaga ci saranno i punti di ristoro e le tre mostre e in teatro domenica mattina ci sarà l'incontro “50 anni Nomadi”. L'appuntamento di febbraio a Novellara è considerato speciale dai fans, perché con i due concerti previsti s’inaugura il nuovo e sempre lungo tour annuale dei Nomadi; ma anche e principalmente perché per molti è l'occasione di un'immersione nei luoghi e nelle atmosfere che ricordano Augusto, per celebrare il Tributo a lui dedicato in coincidenza con la data della nascita (18 febbraio 1947) dell'indimenticato cantante, poeta e pittore novellarese morto il 7 ottobre 1992.

Nel paese dove la sala civica si chiama Augusto Daolio e ospita una mostra permanente di sue opere, la sala polivalente si chiama Nomadi e il nuovo e grande parco urbano si chiamaAugusto; dove c'è la più antica casa di Novellara che nel Trecento fu abitata dei Gonzaga e negli ultimi due anni della sua vita dal leader dei Nomadi (“ricordi antichi son le memorie”...); dove c'è la sua tomba, con la pietra scolpita dall'amico scultore Pompili, sempre coperta di fiori, messaggi, piccoli oggetti lasciati dai visitatori.

Cantava Augusto “non si può dire che sia il Paradiso/ma è il paese dove son nato...”. Dove infine, per non fasi mancare niente, nell'ultima tornata elettorale i novellaresi hanno eletto sindaco o se preferite sindaca, Elena Carletti, che con i Nomadi ci è nata e cresciuta. Il Tributo ad Augusto, ideato all'indomani della sua morte allo scopo di onorarne la memoria e destinato a “musicista e artisti italiani che si siano particolarmente messi in luce a favore di cause sociale e di solidarietà”, prevede un premio in denaro ma, in sintonia con l'impegno dei Nomadi, comporta che l'artista che lo riceve debba girarlo direttamente ad un’associazione umanitaria di sua scelta.

Quattro anni fa è stato aggiunto il Tributo a Dante Pergreffi, il bassista della band morto in un incidente stradale lo stesso anno di Augusto.

E domenica chiudendo come tradizione il secondo concerto, cantando col pubblico “Io vagabondo”, i Nomadi e il loro popolo ripartiranno per il cinquantesimo viaggio sulle strade della penisola.

IL PREMIO A IACCHETTI. Dopo il riconoscimento andato lo scorso anno a Fiorella Mannoia, quest’anno il XXV Tributo ad Augusto verrà consegnato ad un artista poliedrico, difficile da catalogare, ma sicuramente intelligente, arguto, ironico che sa però anche calarsi in altri panni e portare in scena tematiche importanti: Enzo Iacchetti.

L'esibizione di Fiorella Mannoia a Novellara

Nomadincontro, il concerto di Fiorella Mannoia per il XXIV Tributo ad Augusto Il concerto di Fiorella Mannoia, vincitrice del XXIV Tributo ad Augusto

Notissimo al grande pubblico televisivo come conduttore, in compagnia di Ezio Greggio, di Striscia la Notizia, oltre che personaggio del piccolo schermo è anche cantante, attore, direttore artistico, produttore di musica e spettacoli per bambini.
 
Nato a Castelleone (Cremona) nel 1953, debuttò a Radio Tresa, piccola radio libera di Lavena, Fra il 1978 e il 1985 ha messo in scena diversi spettacoli al mitico Derby Club di Milano, insieme ad attori e artisti diventati famosi (Iannacci, Gaber, Abatantuono, Faletti solo per citarne alcuni). Dopo varie trasmissioni in Rai, Mediaset e Telemontecarlo, il vero successo come notorietà è arrivato grazie alle “poesie e canzoni bonsai” presentate al Maurizio Costanzo Show.
 
Poi è stato protagonista in vari film, spettacoli teatrali, programmi televisivi e radio. Come cantante è da ricordare il suo terzo album uscito nel 2009 intitolato “Chiedo scusa al signor Gaber” con le cover presentate con nuovi arrangiamenti, delle canzoni del grande artista milanese. In teatro nel 2011 ha portato in giro per l’Italia, insieme a Giobbe Covatta (87 repliche) il fortunato spettacolo “Niente progetti per il futuro” e attualmente, sempre con Covatta, è impegnato in “Matti da slegare”.
 
Dal punto di vista dell’impegno sociale da ricordare il suo cd “Acqua di Natale” le cui vendite sono servite a finanziare la costruzione di una diga di terra per la raccolta dell'acqua piovana in una zona arida del Kenya. IMpegno che gli ha valso anche il “Leggio d'Oro, premio alla voce della solidarietà”. Per questo suo impegno umanitario è stato premiato anche dal Presidente della Repubblica. Curiosità: alle elezioni del 2015 per il nuovo Presidente della Repubblica, alla seconda votazione ottenne un voto. 
 
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore