Quotidiani locali

Le bottiglie griffate da Manfredi vanno all'asta

La collezione con le etichette disegnate dall'artista reggiana vendute al miglior offerente

REGGIO EMILIA  La prima etichetta d'autore risale al 1924, quando il barone Phlilippe de Rothschild chiese a Jean Carle di disegnargli un'etichetta per le bottiglie di quell'annata. Da allora per molte case vinicole è diventata quasi una tradizione riprodurre opere e disegni di autori famosi sulle etichette per impreziosire alcuni dei propri vini. Un connubio che spesso è nato prima ancora che come scelta di marketing da un rapporto di profonda amicizia e stima tra due persone, l’artista e il committente.

Ed è ciò che è accaduto nel 1982 tra l'industriale siderurgico Sergio Manetti e l'artista reggiano Alberto Manfredi. Da allora le sue incisioni - e da ultimo dopo la sua scomparsa avvenuta nel 2001 i suoi acquerelli - vestono le bottiglie di Le Pergole Torte. Un Sangiovese in purezza, che viene prodotto in 20 - 25mila bottiglie l'anno in diversi formati (dai 0.750, al litro e mezzo, fino ai 6 litri) dall'azienda Montevertine a un'altitudine di oltre 400 metri di Radda in Chianti. Bottiglie pregiate con un invecchiamento di 18 mesi in botti di rovere, 6 mesi in barriques e altrettanti in bottiglia che prima di arrivare sulla tavola finiscono spesso nei cataloghi delle case d'aste come le italiane Bolaffi e Pandolfini o Christie's e Sotheby's ed essere battute con un prezzo d'asta di 100 euro e finire a 200 - 250 euro. «A seconda - ci spiega Martino Manetti che alla morte del padre si occupa della gestione della azienda - dell'annata e della misura della bottiglia». E questo vino nasce proprio dall'amicizia tra l'industriale Sergio Manetti e l'artista Alberto Manfredi.

Manetti, imprenditore del settore siderurgico, nel 1967 acquistò la tenuta di Radda in Chianti come casa per le vacanze per poi appassionarsi alla viticoltura e decidere di dedicarsi esclusivamente al vino. Manetti, che aveva acquistato diverse opere di Alberto Manfredi, si innamorò dell'artista reggiano che è stato pittore, illustratore, docente di tecnica dell'incisione e autore di stampe anche per riviste quali L'Espresso e, ricorda Martino Manetti, «fu lo stesso Manfredi a proporre a mio padre di produrre un'etichetta con una sua opera».

La prima è del 1982 e da allora, ogni anno, Manfredi disegnò una sola etichetta con nuovi volti di donne, ritratte a mezzo busto, espressamente per Le Pergole Torte. Dopo la scomparsa dell'artista nel 2001, gli eredi di Manetti in accordo con la famiglia del pittore selezionano un'opera d'archivio. «Di proprietà della nostra famiglia o degli eredi di Manfredi e insieme scegliamo l'etichetta, in una collaborazione che si rinnoverà ancora a lungo», conclude Martino Manetti.

La conferma di voler continuare questo cammino in comune arriva da Nicola, uno dei due figli di Alberto Manfredi. Assieme alla sorella Caterina e al cognato Fabrizio Dall' Aglio gestisce a Reggio la galleria e libreria Stamperia d'arte e laboratorio di restauro opere su carta Mavida in via Cambiatori. Alla stamperia d'arte nata nel 1985 si rivolgono molti artisti reggiani e italiani per stampare le proprie opere e cataloghi, ma questa è soprattutto la sede dell'archivio di Alberto Manfredi e il luogo dove viene rilasciata l'autentica delle sue opere. «Ma facciamo molta fatica realizzare mostre con le opere di nostro padre, soprattutto con gli enti pubblici», conclude dispiaciuto Nicola Manfredi. L'ultima mostra a Reggio è stata quella organizzata nel 2015 alla Galleria 13 e curata da Sara Cavagnari, mentre nel giugno scorso ad Albinea si è svolta una mostra - evento nel corso della quale Francesca Baboni, che ha curato

l'iniziativa, e il ristoratore - sommelier Sabatino Sorrentino, hanno illustrato non solo le opere di Manfredi, ma anche il suo rapporto con Sergio Manetti e le caratteristiche de “Le Pergole Torte”. A Reggio, invece, l'ultima mostra che un ente pubblico ha dedicato a Manfredi risale al 2000.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro