Quotidiani locali

Autori in prestito, tocca a Dente e Sjöberg

Reggio Emilia, la rassegna curata da Paolo Nori continua con i consigli del cantautore e dello scrittore-entomologo

REGGIO EMILIA. Il giovane cantautore Dente e lo scrittore entomologo Fredrik Sjoberg sono i protagonisti dei prossimi due appuntamenti di "Autori in prestito", la rassegna curata da Paolo Nori e realizzata da Arci che porta nelle biblioteche della provincia di Reggio scrittori, attori, musicisti, artisti visivi e anche una piccola pattuglia di scienziati a dispensare consigli di lettura, di ascolto e di visione.

Dente sarà alla biblioteca Salvemini di Scandiano venerdì 25 alle 21, mentre lo scrittore svedese Sjoberg, autore del fortunato romanzo "L’arte di collezionare mosche" (Iperborea), interverrà alla biblioteca Panizzi di Reggio sabato 26 alle 17,30.

Giuseppe Peveri, in arte Dente, è un cantautore italiano, nato a Fidenza (PR) nel 1976. Quello che viene considerato il suo nome d’arte è in realtà un soprannome datogli da suo zio quando aveva tredici anni. Inizia la sua carriera come chitarrista fino al 2006, quando decide di intraprendere una carriera da solista, esordendo con il disco Anice in bocca. A questo primo lavoro seguono Non c’è due senza te (2007), L’amore non è bello (2009) vincitore del Premio Italiano della Musica Indipendente per il miglior album, Io tra di noi (2011), Almanacco del giorno prima (2014) e Canzoni per metà (2016). Il suo stile cantautorale viene avvicinato dalla critica a quello di artisti come Lucio Battisti, Luigi Tenco, Bugo, Cesare Cremonini, Ivan Graziani, Rino Gaetano e Francesco De Gregori.

Fredrik Sjöberg è nato a Västervik (Svezia) nel 1958. È uno scrittore, biologo, entomologo, traduttore, critico letterario e giornalista svedese. Dopo aver studiato geologia e biologia, ha lavorato a diverse antologie e tradotto molti libri dal norvegese, dal francese e dall’inglese. Il suo romanzo L’arte di collezionare mosche, pubblicato in Svezia nel 2004 con il titolo Flugfällan, è stato tradotto in diverse lingue, tra le quali l’italiano e il catalano. Per questo ed altri volumi sulla sua collezione di mosche ha ricevuto, nel 2016, il riconoscimento Ig Nobel. Alla 53^ Biennale di Venezia del 2009 ha esposto una collezione di sirfidi all’interno dei Danish and Nordic Pavilions. L’altra opera pubblicata in italiano, oltre a L’arte di collezionare mosche (Iperborea, 2015), si intitola I Re dell’uvetta (Russinkungen) (Iperborea, 2016).

L’edizione 2016 della rassegna realizzata dall’Arcidi Reggio Emilia e da venti comuni della provincia di Reggio si intitola “Sono Pessimista, ma me ne dimentico sempre”. Si tratta di una citazione rubata a Cesare Zavattini che Nori interpreta così: “C’è un paese, in Sardegna, che si chiama Seneghe, che per quattro giorni all’anno si trasforma nel paese della poesia, perché c’è un festival di poesia e sui muri c’è pieno di cartelli con le scritte dei poeti, come quella cosa di Wisława Szymborska che dice «Preferisco il ridicolo di scrivere delle poesie al ridicolo di non scriverne» e io l’ultima volta che ci sono andato, quest’anno, mi è venuto subito in mente una cosa che aveva scritto Zavattini nel 1967 a Franco Maria Ricci in una lettera che c’era scritto «Sono pessimista ma me ne dimentico sempre». E mi è venuto in mente Angelo Maria Ripellino, che quand’era in sanatorio, in Repubblica Ceca, che si curava, chiamava se stesso e gli altri ricoverati «i nonostante»; io ho l’impressione – continua Nori – che per quelli che leggono i libri, che guardan le mostre, che ascoltano le sinfonie, i libri, i quadri, le musiche che hanno incontrato nella loro vita li hanno aiutati, in questa cosa così difficile e così strana, stare al mondo, a essere dei nonostante”.

Autori in prestito è un progetto realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna (LR.

37) e dei comuni di Albinea, Baiso, Bibbiano, Boretto, Brescello, Campagnola Emilia, Casalgrande, Castelnovo ne’ Monti, Cavriago,  Guastalla, Ligonchio, Luzzara, Novellara, Quattro Castella, Reggiolo, Reggio Emilia, Rolo, San Martino in Rio, Sant'Ilario d'Enza, Scandiano.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore