Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il bomber Pedrelli «I miei gol per far correre l’Atletico Montagna»

La formazione di Montermini ha raccolto solo un punto ma l’attaccante, finora sempre a segno, è ottimista 





Il percorso dell'Atletico Montagna nel girone B di Promozione è iniziato con appena 1 punto in due partite: nel turno inaugurale è arrivato il pari casalingo con la Scandianese riagguantato all'ultimo istante, mentre domenica scorsa la formazione appenninica ha pagato dazio a San Felice. Peraltro, i gialloblù di Benedetto Montermini devono ancora ottenere il primo successo ufficiale: in Coppa, infatti, i castelnovini hanno impattato 1-1 col Baiso.



L'attuale ruolino di marcia non impressiona ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter





Il percorso dell'Atletico Montagna nel girone B di Promozione è iniziato con appena 1 punto in due partite: nel turno inaugurale è arrivato il pari casalingo con la Scandianese riagguantato all'ultimo istante, mentre domenica scorsa la formazione appenninica ha pagato dazio a San Felice. Peraltro, i gialloblù di Benedetto Montermini devono ancora ottenere il primo successo ufficiale: in Coppa, infatti, i castelnovini hanno impattato 1-1 col Baiso.



L'attuale ruolino di marcia non impressiona Eugenio Predelli, mattatore della fase offensiva: il goleador dell'Atletico Montagna ha siglato una rete in ciascuno dei tre confronti. «Vorrei realizzare almeno 15 reti in campionato - spiega il bomber - E' un traguardo a cui tengo parecchio, in primo luogo per aiutare la squadra ma non solo: vorrei anche garantire una sorta di risarcimento al nostro prezioso ds Matteo Bimbi».

Un chiaro riferimento al Torneo della Montagna 2018, dove Predelli è stato tra le punte di diamante del Vettus: nella finalissima, i gialloverdi hanno conquistato il titolo battendo proprio quel Cervarezza di cui Bimbi è tra i dirigenti più in vista.



Adesso, però, è tempo di concentrarsi a fondo sul cammino dell'Atletico Montagna:«Non vedo motivi di eccessiva preoccupazione - garantisce l'attaccante classe '94 - Anzi, credo proprio che avremmo meritato di ottenere qualcosa di più in termini di punti: tuttavia, fin qui gli scontri di campionato ci hanno visti impegnati con squadre che hanno obiettivi ben superiori rispetto ai nostri. Nell'immediato, il gruppo B ha in serbo un trittico di sfide che sono già cruciali in ottica salvezza. Domenica prossima ospiteremo la Falkgalileo, poi andremo a Vezzano: tutto ciò fino ad arrivare al 30 settembre, quando saremo di nuovo al Centro Coni "Fornaciari" contro la Vignolese. Un periodo complesso, che però si apre con buoni auspici - sottolinea Predelli - Montermini sta dando al gruppo una fisionomia vivace e grintosa, e al momento l'infermeria è vuota: qualche piccolo acciacco solo per Rezzouki, ma nulla di grave. Non scordiamo poi i grandi numeri dell'ex professionista Ambrogetti: a breve lui inizierà ad allenarsi con maggiore regolarità, e così accresceremo ulteriormente il nostro potenziale».

Intanto, l'Atletico Montagna tornerà in campo già domani sera: sul sintetico di Castelnovo Monti arriverà il Vezzano, dando vita a un duello decisivo per avanzare in Coppa Italia.

«Saremo costretti a vincere, mentre agli avversari basterà un pareggio - rimarca Eugenio Predelli - Comunque sia il compito non ci spaventa, ma al contrario rappresenta una spinta in più a fare bene: inoltre, la Coppa è una gratificante vetrina pure per chi durante l'anno gioca meno». —