Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’Audace vuole salutare il Mirabello con un successo

Alle 15 lo storico impianto di via Matteotti si vestirà per l’ultima volta di granata In campo nel match di Coppa Emilia con la Sammaurese anche la punta Ponsat

reggio emilia

L’ultima gara al Mirabello.

La sfida che prenderà il via oggi alle ore 15 contro la Sammaurese avrà un sapore speciale non solo per la formazione granata, ma anche per tutti i tifosi che in queste ultime settimane hanno vissuto una sorta di “ritorno al passato”, con le gare della Reggio Audace all’interno dello storico impianto di via Matteotti, in quello stadio in cui fino ad oggi sono state scritte le più belle pagine della storia della Reggiana.



Dalla prossima gara ufficiale ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

reggio emilia

L’ultima gara al Mirabello.

La sfida che prenderà il via oggi alle ore 15 contro la Sammaurese avrà un sapore speciale non solo per la formazione granata, ma anche per tutti i tifosi che in queste ultime settimane hanno vissuto una sorta di “ritorno al passato”, con le gare della Reggio Audace all’interno dello storico impianto di via Matteotti, in quello stadio in cui fino ad oggi sono state scritte le più belle pagine della storia della Reggiana.



Dalla prossima gara ufficiale si tornerà sul campo del Città del Tricolore e proprio per questo oggi tutti vorranno salutare al meglio quel Mirabello che in queste prime settimane della Reggio Audace è stato in grado di regalare forti emozioni sia ai giocatori in campo sia ai tifosi.

Sulla carta esiste un forte divario tra le due formazioni, ma come hanno dimostrato anche le partite precedenti in questo momento della stagione la condizione fisica può fare la differenza.



Proprio per questo la Reggio Audace dovrà mettere in preventivo di disputare una gara difficile, come avvenuto la settimana scorsa contro il Lentigione, a causa del ritardo accumulato inizialmente nella preparazione atletica nei confronti delle dirette avversarie, con i ragazzi di mister Antonioli che in questo particolare momento hanno sulle gambe dei carichi di lavoro decisamente più pesanti rispetto agli avversari.

La qualità e l’esperienza della rosa granata dovranno però fare la differenza.

I granata come avvenuto anche nelle settimane precedenti dovranno avere il pieno controllo del possesso di palla, gestendo a proprio piacimento il ritmo della partita per non ritrovarsi troppo presto a corto di energie.

Ed è per questo che oggi dovrebbe trovare una maglia da titolare Lorenzo Staiti, che contro il Lentigione ha messo in mostra tutte le proprie qualità dando sicurezza ai compagni e i giusti tempi di gioco alla Reggio Audace.



La Sammaurese davanti ad un pubblico caloroso come quello del Mirabello proverà a giocare la “partita della vita”, mettendo in campo grinta e cuore per provare a contrastare i granata che, dal canto loro dovranno riuscire a dimostrare di essere cresciuti su uno degli aspetti su cui la formazione di mister Antonioli ha faticato maggiormente in questo inizio di stagione: il cinismo.



In entrambe le precedenti gare di coppa i granata si sono imposti per 1 a 0, sprecando sempre molte occasioni per arrotondare il risultato per mettere al sicuro la vittoria.

Un limite che deve essere superato poiché in un campionato difficile come quello di Serie D e contro squadre che si chiuderanno molto dietro la linea della palla, sarà importante riuscire a sbloccare il risultato alla prima occasione.

Per aumentare la pericolosità offensiva oggi il tecnico si affiderà anche a Ponsat, che può essere finalmente schierato in campo in una gara ufficiale e che in coppia con Broso avrà il compito di scardinare la difesa della Sammaurese e far esplodere la tribuna del Mirabello per l’ultima volta in una gara ufficiale. —