Quotidiani locali

volley

La Boschi rinuncia alla serie A2

Dopo la festa per la promozione, il club rinuncia a disputare il secondo campionato nazionale

CAMPEGINE. La Polisportiva Campeginese rinuncia a disputare la serie A2, conquistata sul campo al termine di un'esaltante stagione conclusa con la vittoria del campionato di B.

“Per motivi organizzativi e logistici - fa sapere la società - si trova nelle condizioni di dover rinunciare, a malincuore, al titolo sportivo di serie A2 acquisito con pieno merito sul campo e si iscriverà nuovamente al prossimo campionato di serie B. A tal proposito nei giorni scorsi si sono tenuti alcuni incontri proficui con il Comune di Parma, rappresentato dal vice sindaco con delega allo Sport Marco Bosi, e il Comitato Fipav Parma nella figura del presidente provinciale Cesare Gandolfi, mirati all'utilizzo del Palasport “Bruno Raschi” di Parma per le gare interne solo in caso di partecipazione al campionato di A2 che, pur non potendo ovviare a problematiche oggettive in tempi brevi e stringenti, hanno permesso di gettare solide basi per il futuro".

E' quindi il direttore sportivo della Boschi Campegine, Alessandro Grossi, ad illustrare nel dettaglio le ragioni di una rinuncia, per certi versi, inevitabile ma che si inserisce in un progetto a più ampio raggio mantenendo intatte le ambizioni d'alta classifica.“Da parte della società c'è, senza dubbio, il grosso rammarico di non poter disputare il campionato di A2 tanto sudato e guadagnato sul campo ma purtroppo dopo un'attenta riflessione e una scelta condivisa da tutto lo staff abbiamo deciso di rinunciare al diritto acquisito perchè a livello di palestre non avevamo certezze su dove giocare le nostre gare casalinghe. Prima di affrontare un campionato così impegnativo e intraprendere una svolta epocale dal punto di vista pallavolistico vogliamo porre delle basi ben più solide e non andare incontro a problematiche logistiche di nessun genere. Nonostante non riusciremo a partecipare al prossimo torneo di serie A2 la società ha svolto dei colloqui molto importanti e interessanti con il Comune di Parma per poter usufruire del Palazzetto dello Sport “Bruno Raschi” a partire dalla stagione successiva ed il Comune si è reso disponibile a venirci incontro sull'attuazione dei necessari lavori d'adeguamento al fine di rendere pienamente agibile l'impianto. Le riunioni che sono iniziate nell'ultimo mese proseguiranno lungo l'intero arco della futura stagione e l'interesse primario, in caso di promozione, resta la location di Parma in quanto non troviamo altre soluzioni alternative che possano sposare il nostro progetto e la nostra ambizione. Ci tenevo a ringraziare, in primis, il presidente del Comitato Fipav di Parma, Cesare Gandolfi, che ci ha supportato durante i colloqui e coinvolto in materia tutto l'ambiente pallavolistico del territorio, il vice sindaco di Parma, Marco Bosi, ed il suo ufficio per la disponibilità e per averci aperto le porte in questo primo passo verso un eventuale trasferimento a Parma. Riguardo l'aspetto prettamente tecnico ci presenteremo ai nastri di partenza del campionato di serie B con enormi ambizioni

rinforzando la squadra in ogni reparto per riprendere da dove abbiamo concluso ovvero dai vertici della classifica. I nostri obiettivi nella prossima stagione saranno quelli di vincere e di ripeterci, ci auguriamo di raggiungere una nuova entusiasmante promozione”.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro