Quotidiani locali

Volley A2 

In gara 3 la Conad decisa a fermare ancora il Massa

Playout, alle 18 al pala Bigi i giallorossi vogliono riprendere la corsa. Il libero Morgese: «La sconfitta in gara 2 brucia, ora dobbiamo limitare gli errori»

REGGIO EMILIA. Un giusto approccio per poi lottare fino all’ultima palla. La strada giusta per aggiudicarsi Gara 3 dei playout la indica il libero della Conad Davide Morgese, che in quattro stagioni in maglia giallorossa non si era mai trovato a lottare per scongiurare la retrocessione ma che nonostante questo non perde lucidità e grinta.

L’appuntamento è per le 18 di domenica al pala Bigi contro l’Acqua Fonteviva Massa che una settimana fa ha saputo imporsi in Gara 2 vanificando la bella vittoria d’esordio della formazione di Held.

«Non siamo alla ricerca della performance impeccabile perché siamo consapevoli che gli errori fanno parte del gioco, ma allo stesso tempo sappiamo che dovremo limitare i regali - commenta Morgese, libero classe 1996 cresciuto nelle giovanili della Campeginese – la sconfitta in Gara 2 brucia ancora molto per come è avvenuta, sarebbero bastati due errori in meno per portare a casa il risultato. Anche oggi vincerà chi saprà rimanere concentrato fino alla fine, in settimana ci abbiamo lavorato tanto con grande serietà».

Che il gruppo sia unito e che la voglia di lavorare in settimana non manchi è una certezza che accompagna la Conad fin dai primi allenamenti, ciò che continua a mancare è il giusto approccio mentale alla gara. E’ lo stesso Morgese a confermarlo sottolineando però che trattandosi di un fattore psicologico «è un aspetto esclusivamente personale, ognuno di noi deve dire a se stesso di voler giocare bene fino in fondo per vincere, nessun altro può deciderlo al posto suo».

Avanti tutta quindi con la grinta per trascinare il pubblico del Bigi che, aggiunge Morgese, «sarà l’uomo in più per vincere questa importantissima gara. Per noi quella di domenica come la trasferta della prossima settimana, sono entrambe finalissime che meritano il sostegno dei nostri tifosi. Dobbiamo ricaricare le pile per poi giocarci Gara 4 a Massa, consapevoli che quest’anno la trasferta non è il nostro punto forte».

L’eventuale “bella” è fissata per domenica 6 maggio alle 18 di nuovo al Bigi ma, sottolinea il libero giallorosso «a quella non vogliamo nemmeno pensare. Scendiamo in campo per vincere e cercare di chiudere il discorso già domenica prossima: nessuna gara di queste sarà facile, i playout stessi non lo sono, ma credo molto in questa squadra e so che sotto pressione può dare il meglio. È vero che non sempre abbiamo saputo tirare fuori gli attributi, ma questo è proprio il momento per farlo dando il massimo su ogni pallone».

Tutto è pronto dunque per replicare la bella prestazione di gara uno per portarsi in vantaggio su massa: da arginare

fin dal fischio d’inizio c’è la potenza dell’opposto serbo Cuk, capace di forzare la battuta soprattutto nei momenti caldi del set, ricercando la precisione in ricezione per poi sfruttare l’attacco, vero punto forte dei giallorossi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori