Quotidiani locali

Mike Piazza: «Regia, dimentica Mestre»

L’allenatore granata Eberini: «La visita del presidente ci è servita: contro il Bassano dobbiamo riscattarci» 

REGGIO EMILIA. «Non possiamo rilassarci o pensare di mollare ora anche se la botta è stata brutta». Dopo un allenamento in cui si è volutamente depistata la stampa, alla vigilia di Reggiana-Bassano mister Sergio Eberini rivive l’inatteso kappaò di mercoledì col Mestre, guardando avanti con ottimismo.

Anche il patron Mike Piazza ieri ha voluto incoraggiare la squadra negli spogliatoi ed il tecnico granata commenta così questa visita. «La squadra ha gradito, ci ha elogiati singolarmente, facendoci sentire la sua fiducia. Restando uniti ed interpretando bene le situazioni finiremo bene. E’ un uomo di sport, un campione, ci ha rasserenati ricordando quanto fatto finora e spronati a continuare nel momento più difficile».

Come ripartire?

«Nell’analisi a freddo si è scoperto di aver fatto tutto noi: errori gravi in tutti i gol del Mestre, che in passato non pagavamo, e troppe palle gol fallite. Meritavamo di più, però dovremo essere più determinati quando hanno palla gli avversari e sotto porta speriamo di tornare i killer di qualche giornata fa. Il direttore ha consigliato di parlare fra noi e dopo la visita di Mike l’abbiamo fatto, consci che la squadra ha caratteristiche per difendere alta e aggredire appena perde palla. Se difendiamo in dieci in area siamo fritti ma dovremo lavorarci sulla fase difensiva perché non è solo sfortuna, serve maggior cattiveria e voglia per non restare in una via di mezzo».

Allude alle partite sbagliate che potevano far fare il salto di qualità alla squadra?

«Altri spareggi come Sudtirol e Ravenna sono andati bene. Il problema è mettere insieme la qualità della squadra con la capacità di non prendere gol, come fatto in sedici partite vinte magari con meno occasioni, ma senza snaturarci. La squadra è matura, ha coscienza di quanto fatto e vedo voglia di riscatto per continuare il nostro percorso. Forse topperemo ancora ma non credo rivedremo partite come l’altra sera».

Arriva il Bassano, scontro diretto per il secondo posto: è la gara giusta per rialzarsi?

«La prepariamo come sempre. Anche col Mestre avevamo fatto bene, poi sull’0-1 c’era fretta di pareggiare e ci siamo allungati, pur creando occasioni. Valuteremo anche l’infermeria per avere in campo i migliori perché sappiamo essere una gara difficilissima, ma ho fiducia. Panizzi si è allenato, Rozzio non credo sarà disponibile, idem Napoli. Speriamo di avere al top Cesarini, ragazzo umorale che vive di gol e gliene basterebbe uno per tornare quello di prima dell’infortunio».

Valuterà anche chi ha giocato meno?

«Siamo sempre attenti: Rocco e Vignali sono entrati bene l’altra sera. Se ci saranno necessità i

cambi li valuteremo in base alle dinamiche dello spogliatoio e agli allenamenti».

Vuole risollevare i tifosi? «Credevano nel sogno ma oggi non siamo messi peggio di mercoledì, siamo secondi e dobbiamo tenercelo stretto, poi vedremo…».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik