Quotidiani locali

Calcio prima categoria 

Girone C avvincente: primato e salvezza, tutti i giochi aperti

Vezzano e CastelMeletolese si sfideranno il 25 marzo per il primato. Nessun verdetto anche in coda, il Guastalla ci crede ancora 

REGGIO EMILIA. Fuochi d'artificio nel girone C di Prima Categoria: per quanto riguarda la lotta per il primo posto, resta incertissimo l’infinito duello a distanza tra Vezzano e Castelnovese/Meletolese.

I gialloblù di mister Massimo Vacondio guidano la classifica, dopo aver collezionato 46 punti in 21 partite: la formazione della Bassa segue immediatamente a quota 45, con sette lunghezze di vantaggio sulla Virtus Libertas terza della classe. Tra l'altro, le due rivali per la vetta sono attese da un calendario ricco di insidie: domenica prossima il Vezzano ospiterà una Modenese che vuole entrare nell’area degli spareggi promozione, mentre la formazione allenata da Mattia Orlandini sarà di scena sul terreno di un rigenerato San Prospero Correggio.

Tutto ciò fino ad arrivare allo scontro diretto di domenica 25 marzo, con la Castelnovese/Meletolese come squadra ospitante.

Grande bagarre pure nella lotta salvezza. Al quintultimo posto, con 22 punti, c’è una Rubierese che non vince dallo scorso 21 gennaio e che ha la peggior difesa del girone: ben 47 le reti subite dai biancorossi, attesi domenica dal complesso derby comunale sul campo del San Faustino. Scendendo troviamo poi il Reggiolo, che di punti ne ha 21: l’organico di mister Iotti sta pagando anche un calendario poco favorevole, visto che nelle ultime 4 partite sono arrivati 3 ko contro le grandi potenze Castelnovese/Meletolese, Virtus Libertas e Vezzano. E le difficoltà in tal senso sono destinate a continuare anche domenica, quando i biancorossi saranno a Modena per sfidare l’Atletic Cdr. In rilancio il già citato San Prospero, a quota 20 e con una partita da recuperare: i biancoazzurri sono in arrivo da 4 risultati utili di fila. Poco prolifico l’attacco dei correggesi, che fin qui hanno siglato appena 19 reti: in compenso la retroguardia è granitica, perforata soltanto in 25 occasioni.

A chiudere la classifica, due squadre che domenica si affronteranno in una sfida che promette parecchi spunti d'interesse: 19 punti per l’Anspi Bibbiano che ieri l'altro ha sbancato Cavezzo, 18 per il Guastalla in arrivo dal successo interno sul Boca Barco. «Nel girone di andata il nostro rendimento è stato discreto - spiega il diesse bibbianese Daniele Rinaldi -. Tuttavia da gennaio sono subentrati maggiori problemi, sia per quel che riguarda gli infortuni sia sotto l'aspetto disciplinare. Ora la nostra squadra sta meglio, tant'è vero che l'infermeria è finalmente vuota: contro il Guastalla dovremo fare a meno solamente dello squalificato Bertolini. Qualsiasi sarà il risultato finale - aggiunge Rinaldi - noi continueremo a dare piena fiducia a mister Carlo Ferrarini e all'intero gruppo di giocatori». «Purtroppo noi non saremo al completo - sottolinea invece Gianluca Rossetti, allenatore del Guastalla -. A Bibbiano Ben Hassen sarà fuori per squalifica, mentre Brocchetta è out a causa della pubalgia: due assenze rilevanti, che

ci costringeranno ad attingere giocatori dal settore giovanile. A livello più generale io sono arrivato a novembre, e l'organico sta seguendo con efficacia le mie indicazioni: intravedo le prospettive giuste per ottenere la salvezza con i playout o addirittura direttamente».
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro