Quotidiani locali

basket eurocup

Grissin Bon in Russia per fare l'impresa

Alle 16 di venerdì i biancorossi di Max Menetti affrontano Gara 2 del quarto playoff con lo Zenit

REGGIO EMILIA. Aspettiamoci una partita durissima, aspettiamoci una Gara 2 da affrontare con il coltello in mezzo ai denti e grandissima forza di carattere.
Venerdì, alle ore 16 italiane (18 locali), la Grissin Bon entra nell’arena dello Zenit, a San Pietroburgo, e vi troverà un’avversaria con le spalle al muro, obbligata a prendersi la vittoria per allungare la serie e tornare a Reggio, lì dove martedì sera è caduta, per giocarsi poi la sera del 14 marzo il tutto per tutto.

La partita sarà trasmessa in diretta streaming su Eurosport Player alle 16 e in differita tv alle ore 21.30 su Eurosport 2 (canale 211 del pacchetto Sky), mentre live alla Yubileyny Sports Palace di San Pietroburgo se la godranno circa 35 tifosi reggiani, arrivati fra ieri e stamattina in Russia.
Vincere, per la Grissin Bon, significherebbe volare direttamente in semifinale, un risultato storico che la porterebbe a giocarsi l’accesso a una finalissima da sogno contro la vincente della serie fra Kuban e Herbalife Gran Canaria (ora sul 1 a 0 per il Lokomotiv).

Prima di riscrivere la storia, Reggio deve però da annientare una seconda volta l’armata russa guidata da coach Vasily Karasev. Che, dopo aver dovuto ingoiare una sconfitta in via Guasco, per stasera avrà approntato le contromosse per fermare la truppa biancorossa. Ed è bene aspettarsi “violente” contromosse perché se in Gara 1, Max Menetti è riuscito a disinnescare i pericolosissimi esterni russi e a non far giocare praticamente mai lo Zenit ai suoi ritmi folli, stasera coach Karasev sarà deciso a dirigere lui e a suo modo l’orchestra.
La Grissin Bon, sana e al gran completo, è sbarcata a San Pietroburgo nella tarda serata di mercoledì. Ieri mattina ha studiato gli avversari in video e quindi nel pomeriggio si è allenata nella palestra del centro di allenamento dello Zenit, condiviso con il team di calcio allenato da Roberto Mancini.
«Siamo arrivati già mercoledì sera - ha detto il tecnico reggiano Max Menetti - per recuperare tante energie fisiche e mentali e per preparare al meglio quello che dovrà essere per noi un piccolo capolavoro, che potrebbe consentirci di raggiungere un traguardo storico quale è la semifinale di Eurocup. In Gara 1 siamo stati bravi a contenere lo Zenit, una squadra forte che ha già dimostrato le sue potenzialità in questa stagione sia in Eurocup sia in VTB; ci vorrà pertanto tanta concentrazione, volontà, spirito di sacrificio e sofferenza per reggere l’urto per 40’ e riuscire a dare la zampata finale».

Chi ha giocato in Russia e conosce bene l’ambiente che si respirerà oggi pomeriggio nell’arena di San Pietroburgo è James White.
L’ala americana ha giocato nella metropoli russa nella stagione 2009/10 vestendo però la maglia dello Spartak.
«Abbiamo l’opportunità di entrare nella storia di Reggio Emilia e portare avanti con onore il movimento del basket italiano - ha dichiarato “The Flight” White alla vigilia della super sfida -. Sentiamo questa responsabilità che ci dà tanta carica e motivazione. Sappiamo di dover giocare una partita molto dura con tanta intensità e concentrazione, cercando di replicare quanto di buono fatto in gara 1 e facendoci trovare pronti di fronte alla reazione di una grande squadra quale è lo Zenit».
La truppa biancorossa farà rientro in città nella giornata di sabato.
Non è teoricamente legato

all’avventura in coppa della Grissin Bon, l’anticipo della trasferta in terra toscana in casa di Pistoia alle 20.30 di sabato 17 marzo, gara prevista da calendario per il pomeriggio del giorno successivo.
O forse sì, visto che le semifinali d’Eurocup iniziano martedì 20 marzo...

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro