Quotidiani locali

volley serie a2

La Conad le prende dal Mondovì

Brutta sconfitta per i giallorossi di Held, al pala Bigi finisce 1-3

REGGIO EMILIA. Perde malamente contro l’ultima della classe Mondovì e firma la sua condanna a prenderne il posto. E’ una Conad Volley Tricolore imprecisa e senza carattere quella che al Bigi avrebbe dovuto scendere in campo con il coltello fra i denti per prendersi tre punti fondamentali per confermare il sesto posto nel Pool B, mostrandosi invece arrendevole sotto i colpi dell’ex della gara Paoletti, che chiude con 23 punti personali, e dei suoi colleghi piemontesi. Il risultato è un’amara delusione che fa spazio all’incubo play-out.

La gara. Nel primo set è Mondovì a portarsi avanti sfruttando l’immobilismo di una Conad che viene tenuta a galla da Koraimann, l’unico a bucare il muro avversario con 14 punti in un set, e Morgese, solita certezza in difesa. A crederci sono anche i tre giovani che si fanno trovare pronti nei momenti caldi del set, Tim, Ferrari e Arienti, quest’ultimo autore dell’ace del 17-19. I vantaggi sembrano volgere in favore della Conad quando il video-check dà ragione a Mondovì per il 28-28: la palla è dentro e si continua fino a farsi condannare dal doppio di Iglesias sul 32-32 e dai due errori finali in attacco di Bellini e Koraimann. Nel secondo set torna il sole e la Conad conduce il set facendo illudere di aver cambiato marcia: il terzo è un testa a testa che finisce con la condanna della Conad complici gli zero muri realizzati e i 4 errori in battuta. Anche nel quarto si soffre: pur partendo 5-2 la Conad si lascia affossare dai propri errori facendosi sorpassare sul 10-11 senza più reagire. Non basta la grinta di Tim, entrato per Ippolito, a invertire la rotta. Chiude la gara con 36 punti personali l’austriaco classe 1993 Lorenz Koraimann che infiamma il pubblico del Bigi con una prestazione superlativa. Iniziato l’anno in banda alternandosi in campo con Bellini e Ippolito, Koraimann ha trovato spazio come opposto a partire dalla fine di dicembre. Il cambio di ruolo è stato dettato dall’infortunio del fino ad allora opposto titolare Onwuelo sostituito così dall’austriaco che aveva già maturato esperienza da posto due con la sua Nazionale.

La classifica. Mai così critica la posizione della Conad scivolata all’ultimo posto con 10 punti dietro a Mondovì, che battendola è salita a quota 11, e a Potenza Picena, che vincendo contro Ortona è volata a 12. A 14 punti c’è proprio Ortona, mentre è salita a 16 punti poi la Pool Libertas Cantù piegando per 1-3 in trasferta la Sigma Aversa, rimasta ferma anch’essa a quota 16 punti. In vetta ora c’è l’Aurispa Alessano che battendo la diretta concorrente al trono Gioiella Micromilk Gioia del Colle per 3-1, l’ha superata portandosi a +3 per un totale di 22 punti.

Il ritorno. Ora all’appello mancano le quattro partite di ritorno che per la Conad iniziano con la seconda gara consecutiva al Bigi già in calendario per domenica prossima alle 16 contro Gioia del Colle, seguita dalla trasferta di Cantù di domenica 11 marzo e da quella che potrebbe essere l’ultima gara casalinga al pala Bigi fissata per domenica 18 marzo alle 18.

Dopo la trasferta di domenica 25 marzo alle 19 a Mondovì si traccerà la riga per il resoconto della seconda fase del campionato:

se la Conad resterà ultima dovrà scontrarsi con le prime due del Pool C per scongiurare i play-out, se si piazzerà dal terzo al sesto posto la sua stagione sarà finita.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro