Quotidiani locali

Folgore ko a Grosseto ma non tutto è perduto

Il match di andata degli ottavi di finale è finito 1-0 per i padroni di casa Vacondio ha lasciato a Rubiera Greco e Lusoli, mercoledì il ritorno al Valeriani

GROSSETO. La Folgore Rubiera lotta, gioca e ci prova fino all’ultimo contro il blasonato Grosseto nell’andata degli ottavi di finale di Coppa Italia. I padroni di casa si impongono per 1 a 0 grazie alla rete realizzata da Cosimi al primo minuto di recupero della prima frazione di gioco.

Risultato che comunque non preclude il passaggio del turno della squadra rubierese che si è dimostrata all’altezza dell’avversario. La sconfitta non ha intaccato l’entusiasmo della società rubierese, arrivata con questo ottavo di finale di Coppa Italia d’Eccellenza al punto più alto della propria storia. Una trasferta che la società reggiana ha voluto che fosse prima di tutto una festa con squadra, dirigenti e tifosi che hanno viaggiato insieme alla volta di Grosseto. Un viaggio comunque pesante per i giocatori che sono stati costretti a fare quattro ore di pullman per scendere in campo e giocare poi su un terreno al limite dell’impraticabilità. E nella prima frazione i reggiani hanno retto l’urto della quotata formazione toscana. In vista anche del big match di domenica contro l’Axys il tecnico Ivano Vacondio ha lasciato a Rubiera Addona, Lusoli e Greco, dando spazio ad alcuni giovani della rosa. La prima occasione è proprio di marca rubierese con Daniele Barozzi, schierato come unica punta, che prova la giocata di sinistro dal limite dell’area. Il Grosseto risponde immediatamente prima con Vento che al 14’ prova la conclusione da fuori con la sfera che finisce alta sulla traversa. Al 17’ è di nuovo pericoloso il Grosseto, trascinato dai propri sostenitori in curva e dai tanti presenti in tribuna. Azione sulla destra, con la sfera che attraversa tutta l’area di rigore senza che nessuno riesca ad intervenire.

Con il passare dei minuti la Folgore Rubiera cresce ed è Koridze che dalla sinistra mette in difficoltà la retroguardia dei padroni di casa accentrandosi e provando la conclusione a giro sul secondo palo, senza però inquadrare la porta. Nei minuti finali del primo tempo arriva poi la beffa per i reggiani. Il direttore di gara concede un minuto di recupero e proprio all’ultimo secondo il Grosseto trova il vantaggio.

La Folgore è lenta a salire sugli sviluppi di un corner e dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore Cosimi al terzo tentativo riesce a trafiggere Burani. Nella ripresa la Folgore ci prova: Mister Vacondio inserisce Fornaciari e mette Hoxha in avanti più vicino a Barozzi ed è proprio l’attaccante reggiano che sfiora il pari al 19’ costringendo il portiere Nunziatini ad intervenire su un rinvio maldestro di Borselli. La Folgore rischia di capitolare al 31’ con l'arbitro che fischia un rigore

a favore dei padroni di casa per un presunto fallo di mano di Dallari, ma Invernizzi calcia a lato. Al 39’ poi è Barozzi dall’interno dell’area di rigore che prova il diagonale di destro, ma Nunziatini gli dice di no. La qualificazione si deciderà mercoledì prossimo al Valeriani.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro