Quotidiani locali

Amedeo è super e la Grissin Bon in Sicilia decolla

Della Valle mostruoso nel finale: 11 punti in 2’ Contro Capo d’Orlando la quarta vittoria di fila 

CAPO D’ORLANDO (Me). Quarta vittoria consecutiva per la Grissin Bon, che soffre ma espugna il PalaSikeliArchivi di Capo d’Orlando per 70-81 grazie alla classe di Amedeo Della Valle, protagonista indiscusso del finale di gara con 11 dei suoi 24 punti totali segnati negli ultimi 2’ di gara.

Per i ragazzi di coach Max Menetti un successo di voglia e di carattere, con anche Cervi e White in doppia cifra a quota – rispettivamente – 21 e 12 punti.

Non sono serviti alla Betaland, all’ottava sconfitta consecutiva, i 21 punti di Stojanovic, i 15 di Ikovlev ed i 10 dell’ex Campani. Privo di Markoishvili, tenuto fermo per curare alcune problematiche al ginocchio, coach Menetti schiera Llompart, Della Valle, Nevels, Cervi e White, che va subito a referto siglando i primi tre punti della gara. Per Capo d’Orlando è capitan Delas a sbloccare la contesa seguito a ruota da Wojchiechowski per il 4-3 locale.

La Grissin Bon parte forte e punisce la zona mista derll’Orlandina, che però è in partita e inizia a rispondere. Quando Cervi dà il +6 alla sua squadra, 17-23 al 9’, obbliga coach Di Carlo a fermare la gara per parlarne con i suoi. Le parole del coach siciliano funzionano ed al rientro sul parquet Capo d’Orlando piazza un break di 7-0 con una bomba di Faust e due perfetti viaggi dalla linea della carità di Ihring che scuotono il PalaSikeliArchivi e chiudono il parziale sul 24-23.

La partita nella seconda frazione è molto intensa e si va all’intervallo lungo sul risultato di 43-37.

Due giocate “che valgono il prezzo del biglietto“ riaprono la contesa: Nievels dai 6,75 e un alley-oop sull’asse Atsur-Wojciechowski. Nonostante Stojanovic segni dalla lunga distanza, la Betaland soffre Cervi ed il lungo segna da sotto per quattro volte di fila per il sorpasso di Reggio Emilia sul 48-51 al 26’. Per i padroni di casa è solo Stojanovic, che realizza il “2+1” per la parità sul 51-51. Campani, con un perno trasformato in due punti, e Wright, allo scadere dei 24” si annullano, poi Faust e Ikovlev vanno a segno portando l’Orlandina al +4 (57-53). Reggio Emilia però è viva e dall’angolo White segna il -1, prima della schiacciata di Campani che fissa il punteggio sul 59-56 all’ultima mini-pausa. La Grissin Bon fatica tremendamente ed un altro canestro dell’ex centro reggiano apre l’ultimo quarto, seguito da un libero di Atsur per il +6 (62-56) locale. La Reggiana però c’è e reagisce con carattere. Sono Chris Wright, Nevels e Cervi a piazzare un break di 0-8 che dà il +2 agli ospiti sul 62-64. Così coach Di Carlo è obbligato a parlare con i suoi, che escono da timeout con una bomba di Stojanovic, ma sono Nevels e Della Valle

a rispondere immediatamente. Delas e Stojanovic però non vogliono saperne di mollare e trovano il nuovo +1.

Della Valle però ha deciso di vincere la partita e lo fa nella sola maniera che conosce: 11 punti consecutivi negli ultimi 2’ per il +9 ospite e gara in cassaforte.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori